fbpx

Appunti da una pandemia (anno2020)

Cronaca

di Rossella Cerniglia

Ieri sera ci sono state pacifiche manifestazioni a Torino, e la sera avanti a Napoli, per le misure imposte dal governo in relazione alla diffusione del corona virus. Misure fin troppo restrittive in relazione alla portata dell’epidemia, che altro non è, affermano i più illustri virologi, che un’affezione, forse di poco più contagiosa della comune influenza. I media e i canali ufficiali dell’informazione, hanno fomentato paure e allarme nei cittadini, ancora ignari di quel che hanno pianificato e che stanno attuando alle loro spalle.

Non è nuovo ormai, per un buon numero di noi, che quello che sotterraneamente avanza è l’instaurazione del cosiddetto New World Order, le cui basi sono state gettate, in modo operativo, proprio in occasione della diffusione di questa che è considerata una pandemia, essendosi ormai sparsa in ogni angolo della terra. E sembrerebbe sempre più artatamente diretta a questo subdolo scopo. 

Ieri sera, nella pacifica manifestazione di Torino, hanno arrestato una ventina di cittadini. E con ciò andiamo sempre più verso una ferrea dittatura.

Il Parlamento, già esautorato dalla sfilza di Dpcm emanata in questa fittizia emergenza – che li rende, pertanto, costituzionalmente illegali – non è più baluardo della Democrazia che, peraltro, ha visto, in questi ultimi decenni, il progressivo smantellamento degli organi preposti alla sua salvaguardia. La divisione dei poteri dello Stato che consente di renderla operativa, all’atto pratico non è più vigente, e la nostra degnissima Costituzione, è stata anch’essa sporcata da leggi e leggine anticostituzionali e infami. Un progetto che tutti i governi, a livello planetario, ormai perseguono e sfruttano per i loro biechi interessi. E questi biechi interessi sono i medesimi che il sistema del Deep State ha organizzato e orchestra su scala mondiale: l’asservimento totale della gran massa della popolazione al Mercato: il mostro creato dal Capitale e dalle teorie neoliberiste. Una rivoluzione che lega insieme cultura, religione e sovvertimento di ogni valore, tenute nel cappio satanico di un’economia macroscopica, organizzata e diretta a livello planetario, dai magnati della finanza globalizzata – da gran tempo oramai  Signori del mondo.

So di non  avere una visione dettagliata né conoscenze tecniche e scientifiche che mi permettano di approfondire l’analisi e condurla a prove e testimonianze indiscutibili. Ma molti tecnici e professionisti e cultori in questo sconfinato campo che abbraccia quello politico, giuridico ed economico, e poi ancora quello medico/sanitario e psicologico e pedagogico e quant’altro sia etichettabile come cultura, lo stanno facendo. Ho fiducia laddove i saperi si fondono e vanno verso una visione d’insieme, onnicomprensiva, dove le parti si inseriscano coerentemente a dare ragione del Tutto.

Anche la mia visione, benché priva di conoscenze specifiche, abbraccia tuttavia i vari aspetti della questione, e li unifica in modo coerente, illuminando della luce di una conoscenza più autentica ciò che era frammento e divisione. E tutto mi appare come un puzzle con i tasselli che magnificamente costruiscono questa chiara visione del Tutto.

Non si sa ancora se il corona virus, ribattezzato covid-19, sia stato effettivamente creato in laboratorio o no. Certo è che non c’è volontà di far luce sulla sua provenienza, e quanti sono propensi a credere a quella nonnaturale, vengono categoricamente zittiti a favore della banale ipotesi naturale fornita dai mainstream ufficiali – informazione televisiva e stampa serva del potere – dai quali non è lecito dissentire: informazione unica, dunque, eterodiretta e falsa che deve essere marchiata a fuoco nei nostri cervelli, a costituire quel pensiero unico che dovrà sostituire il pensiero pensante: quello individuale, personale, autentico.

Nella fattispecie, il Corona virus potrebbe essere sfuggito al controllo o essere stato appositamente creato nei laboratori di Wuhan, capoluogo della provincia cinese dell’Hubei. Ma il fatto increscioso sta nella strumentalizzazione di esso ai fini dell’instaurazione del NWO, il Nuovo Ordine Mondiale, imposto dai poteri leviatanici della finanza globalizzata che ormai sovrasta ogni altro potere o aspetto della realtà ed esercita un dominio coercitivo e dittatoriale sulle coscienze individuali e sul mondo.

 A più riprese, ci sono stati forniti “dati statistici” artatamente manovrati e gonfiati, hanno eletto a “scienziati” quanti erano disposti a piegarsi a questi scopi infami, tappando invece la bocca a quanti avevano una loro onesta verità da opporre ai loro raggiri, vale a dire una cura contro il virus che risultasse decisamente migliore e decisamente più economica.

Hanno instaurato un vero regime di terrore per condurre le masse – ormai asservite a questo dogmatico credo che i media non si stancano mai di elargirci, e palesemente edificato su una falsa narrazione dei fatti e della realtà – ad una coattiva eterodiretta forma di pensiero. E tutto questo  iniettato nell’assoluta incoscienza e dabbenaggine di quanti vengono manipolati.

La loro constatata inoffensività, o peggio il loro totale e inconsapevole asservimento a tali direttive, ha permesso ai governi – ormai del tutto soggiacenti al diktat cheil deep state ha loro imposto – di deprivare delle più fondamentali libertà i cittadini, in nome della lotta ad una pandemia che in realtà non è tale da dover incutere il terrore che su di essa è stato diffuso: in breve  privandoli – con la scusa della salvaguardia della salute – di un bene assai maggiore di questa, che è la libertà.

Così ci hanno rinchiuso nelle case, imposto il distanziamento sociale e l’uso di una “mascherina” che loro per primi sanno non avere alcuna funzione di profilassi, e tuttavia resa assolutamente obligatoria  – sempre a salvaguardia della salute, secondo la loro narrazione – ma in realtà nociva, ed avente, soprattutto, il valore simbolico di una resa passiva ai poteri forti che hanno ormai preso il sopravvento sul mondo.

Stranamente, ciò per cui questi amorevoli governi si prodigano – uniti dalla medesima narrazione dei fatti ormai a livello planetario – dovrebbe essere la salvaguardia della nostra salute. E non è così: inutile dirlo. I fatti mostrano il contrario.

Tantomeno ci si preoccupa dell’effetto psicologico che queste misure avranno di certo sulla popolazione. Non è infatti contemplato che la gente possa avere un’anima.

Adesso è in atto un ultimo decisivo passo verso l’attuazione di questo oscuro progetto, nel quale taluni intravedono parentele col demoniaco, tanto è tenace e subdolo. E questo ulteriore passo  è la vaccinazione contro il covid, anch’essa ipocritamente impostaci in nome della salute pubblica, ma in realtà per far da cavie ad esperimenti della Big Pharma, che di vaccini ne ha proposto una serie di cui si ignora tutto: il come siano stati prodotti e il vero scopo; e i cui effetti – a breve, medio e lungo termine – nessuno ha chiarito, violando, ancora una volta, un diritto fondamentale dell’individuo e dei popoli. Ma questo non è tutto perché c’è ancora dell’altro, e di più losco, che rimane anch’esso nell’ombra, e che nessuno si degna di chiarire.

  Tutto è avvenuto in una fretta e in una tempestività tale con gli eventi in corso da apparire palesemente sospetto, se solo si considera che i tempi di attuazione di questi programmi si fanno per loro sempre più stringenti. Naturalmente, tale rimedio, viene proposto come l’unico, solo e imprescindibile per la nostra salvezza, una sorta di acqua battesimale per la salvezza dei corpi – questa volta – non delle anime (che in realtà, per loro, non esisterebbero).

  E tutto questo, per un’affezione che non dovrebbe essere assai diversa da quella di un comune raffreddore o influenza stagionale. Curabilissima, dunque, con i metodi  tradizionali e non con quelli santificati per mezzo di una ipocrita e subdola propaganda.

Ma una qualunque pandemia, normalmente, dicono molti qualificati epidemiologi, non dura , in genere oltre i due anni. Di questa, però, iniziata nel famigerato 2019, ci annunciano che, forse, sarà ancora tra noi nel 2023, e oltre. Non sappiamo se a causa delle sue molte varianti, subito messe in preventivo, e già venute fuori come a comando.

   Molti sostengono che dall’instaurazione di questo nuovo assetto delle cose, di questo nuovo regime mondiale, non potremo più fuggire.  E sarà inevitabile se le cose continueranno a marciare in questa direzione.

   (Lo stesso Heidegger – a proposito di certi sviluppi o degenerazioni del pensiero moderno che secondo la sua filosofia portano al trapasso dalla metafisica a quella che con termine greco chiamava la téchne – ebbe a dire che “Ormai solo un Dio ci può salvare”).

   Per il momento possiamo solo dire che l’imposizione di un vaccino, o di vaccini di questo tipo, con la politica e gli interessi che ruotano intorno ad essi, e le palesi menzogne relative alla loro  efficacia e sicurezza, permane in un regime di assoluta illegalità.                                                                                                             

                                                                                                                      Rossella Cerniglia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE