fbpx

Pierfranco Bruni ricorda Carolina Invernizio a 160 anni dalla nascita

Arte, Cultura & Società

Evento on line 16 marzo ore 18

In occasione dei 160 anni della nascita di Carolina Invernizio e in concomitanza con la pubblicazione del romanzo “Quando mio padre leggeva Carolina”, edito da Tabula Fati, Pierfranco Bruni, autore stesso del romanzo, svolgerà alcune considerazioni sull’opera della Invernizio attingendo alla sua esperienza personale. Un romanzo – diario nel quale Bruni racconta di quando il padre a 11 anni leggeva la scrittrice che aveva segnato una generazione. Pierfranco Bruni ne traccia gli elementi salienti in un confronto tra la scrittrice e il lettore, suo padre, attraverso una ricerca della memoria che lo riporta a un tempo perduto.

Carolina Invernizio ha rappresentato un faro letterario per molte generazioni. I suoi romanzi, caratterizzati da trame intricate e da storie di amore e odio, si collocano nella tradizione del romanzo d’appendice o feuilleton, evidenziando i caratteristici temi del genere, tra cui la contrapposizione fra eroi positivi e personaggi diabolici. A contraddistinguere i suoi romanzi vi è anche il gusto per il mistero e l’horror presente in romanzi come “Il bacio d’una morta” (1886), “La sepolta viva” (1896), “L’albergo del delitto” (1905).

L’appuntamento con Pierfranco Bruni è per martedì 16 marzo 2021, alle ore 18, sulle pagine Facebook “Pierfranco Bruni” e “Centro Studi e Ricerche Francesco Grisi“.

Un evento letterario da non perdere.

 

redazione@corrierenazionale.net


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE