fbpx

Reparto Covid di Siracusa al Trigona di Noto gestito da Villa Azzurra si rivela eccellenza sanitaria 

Ambiente & Salute

Mentre gli Ospedali della regione Sicilia cercano di rispondere all’aumento dei contagi, a Siracusa il reparto Covid dell’ospedale Umberto I° è saturo. In risposta al Trigona di Noto viene già nel 2020 allestito il Covid center 2, gestito dalla clinica Villa Azzurra con responsabile il dr. Giovanni Limoli, ginecologo ed ex sindaco esemplare di Floridia. 

Sebbene disponibili 30 posti letto dedicati alle cure del Covid-19 in un ospedale in fase di smantellamento, dove il Pronto Soccorso fa solo 8-20 e non ha attrezzature come Tac, radiologia, il servizio di cardiologia e i servizi legati alle urgenze da trattare, il Covid 2V.A  di Noto, grazie a professionalità, cuore, spirito di sacrificio del personale medico e infermieristico, si rivela un’eccellenza sanitaria, dove nonostante la congiuntura economica nazionale, il sacrificio di nostri medici e infermieri, ha salvato molte vite.

Immersi in questa guerra sanitaria, in cui la pandemia dei nostri giorni lascia ancora molteplici interrogativi, gestita dal virus demiurgo che continua a causare molteplici cedessi in provincia, non possiamo non sottolineare il sacrificio di persone speciali che silenziosamente lavorano nelle corsie di un ospedale, sacrificandosi per curare le vite umane dal virus anche in corpi già compromessi da serie patologie pregresse come quelle renali e cardiache.

Al Trigona di Noto, il reparto Covid Center 2 V.A , il personale medico e paramedico a rischio delle loro stesse vite, continua a dare l’esempio con i suoi angeli della corsia, spine dorsali del reparto, le meravigliose infermiere, i cui occhi riportano ancora i segni della gioia e della voglia di lottare, trasmettendo serenità, fiducia, speranza ai ricoverati sottoposti ad ossigenoterapia. Di seguito i nomi delle infermiere Anna Belluardo, Rosy Recupero, Valentina Rubino ,Carmelinda De Caro, Salvo Cirasa, Rita de Grande, Licciardello Vanessa  Giusy Augello, Vacanti Giusy .

Le pulizie perfette garantiscono la salubrità di un ambiente sanificato dove i malati trascorrono la loro degenza per circa 15 giorni, prima di essere dimessi per negatività. Il Trigona di Noto ha fatto molto parlare di se e si è gridato anche al miracolo;

grazie a medici, infermieri e Oss dell’ospedale, anche una nuova vita ha visto la luce, la piccola Carolina. Una donna in stato interessante ha suonato al citofono della Continuità assistenziale dove era di turno la dottoressa Annalisa Speranza che, non potendo attendere l’arrivo del 118, è riuscita a far nascere, in tutta sicurezza, la bambina.

Vicini al presidio di Continuità assistenziale, il dott. ostetrico ginecologo Giovanni Limoli con parte del team del Covid Center 2 V.A del Trigona, che ha contribuito a far andare a buon fine il delicato momento. Ed ancora una volta il team guidato da Giovanni Limoli ci ha mostrato la possibilità di trasfigurare il reale, ovvero la vittoria della vita sul virus.

Lavoro, terapie, protocolli, aggiunti al supporto psicologico, attimi di svago, raccontano della professionalità, della passione e l’abnegazione del personale del Covid center di Noto, fiore all’occhiello di Villa Azzurra, eccellenza sanitaria del capoluogo, protagonista del grande miracolo della vita oggi, in provincia di Siracusa. Giovanni Limoli umano e scrupoloso dirigente del Covid 2 V. A ha dichiarato: “la vaccinazione è la maggiore tutela della sanità di tutti i cittadini, soprattutto di quelli più esposti ai rischi e bisognosi della massima cura e prevenzione”.

 
Dott.ssa Melinda Miceli critico d’arte, scrittrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE