fbpx

Miracolo in Francia: un windsurfista salvato dopo aver trascorso 18 ore in mare

Estero

Denunciato scomparso per 18 ore, un windsurfista è stato salvato domenica nel Mediterraneo, al largo di Gruissan, nel sud della Francia. Trovato ipotermico, il 53enne è stato portato in ospedale, ma la sua vita non è in pericolo.

Intorno alle 15:30 di sabato, i soccorritori dell’SNSM sono stati avvertiti da un gruppo di windsurfisti della scomparsa di uno dei loro membri al largo di Gruissan, vicino a Narbonne, in Aude, Francia. Per ritrovare il cinquantenne, l’organizzazione di volontariato francese l’SNSM (Société Nationale de Sauvetage en Mer) è stata affiancata dalla gendarmeria marittima, Marina Militare Nazionale, vigili del fuoco, Sicurezza Civile, due aerei e due elicotteri. Nonostante queste enormi risorse dispiegate, il windsurf non è stato localizzato fino al calar della notte e la ricerca è stata sospesa fino a domenica mattina, alle 6:45. “Quando ci siamo separati, gli sguardi erano tristi. La speranza di trovare vivo il windsurfista scomparso era così esigua ”, confida l’SNSM. Intorno alle 9 di domenica mattina, un aereo di pattuglia ha localizzato il windsurfista recuperato pochi minuti dopo “vivo e cosciente”. In uno stato di ipotermia, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”. la vittima è stata assistita all’ospedale di Narbonne. “Sta bene. Salutiamo tutti qui questo guerriero di eccezionale forza mentale! Ha saputo aspettare il miracolo ”, conclude l’SNSM.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE