Vicenda Don Fabio D’Addato e i registratori sotto la tonaca

Puglia

Di

Ieri la Corte d’Appello di Bari ha reso giustizia dopo anni di processi e attenzioni irrispettose della mia dignità da parte di certi opinionisti. «Il fatto non sussiste» – mi ha comunicato il mio difensore in questo lungo e insidioso processo, l’avvocato Carmine Di Paola.

L’assoluzione con formula piena dalle accuse infamanti e dalle registrazioni fatte in modo capzioso, con registratori sotto la tonaca dall’ex parroco di San Silvestro, mentre mi parlava amichevolmente nel mio ufficio nel corso di una vertenza in cui difendevo, da sindaco, le esigenze occupazionali dei lavoratori licenziati (e delle loro famiglie) dell’asilo “Gesù Fanciullo”, mi restituisce la serenità e mi dà ancor più forza e coraggio di andare avanti nel mio impegno civico per tutelare con passione la mia comunità.

La Corte d’Appello di Bari ha pubblicato il dispositivo della sentenza le cui motivazioni verranno pubblicate nei prossimi giorni. Intanto, la magistratura conferma che ogni mio atto amministrativo è stato sempre improntato a onestà e legalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube