Al Gp di Spagna ha vinto Verstappen grazie al ritiro di Leclerc

Sport & Motori

Di

L’incubo per la Ferrari si materializza nel corso del 27esimo giro, quando la power unit della Rossa numero 16 del monegasco s’inceppa clamorosamente costringendolo al ritiro. La gara si stravolge in favore della Red Bull, che si prende prima e seconda posizione

© Andrea Diodato / NurPhoto / NurPhoto via AFP
– Charles Leclerc

AGI – Max Verstappen vince in maniera clamorosa il Gran Premio di Spagna, nonostante i problemi in qualifica continuati con un DRS che a volte si apriva e a volte no. Tutto questo solo grazie all’incredibile ritiro di Charles Leclerc, costretto a fermarsi per problemi alla sua Ferrari quando era saldamente al comando della gara.

Uno zero pesantissimo per il monegasco, che arriverà al Gp casalingo di Monaco (in programma domenica prossima) da secondo in classifica a 6 punti dal rivale della Red Bull, alla sua terza vittoria consecutiva. Secondo Sergio Perez a completare la doppietta ma con ordine di scuderia per far passare il compagno; chiude il podio un ottimo George Russell su Mercedes.

Quarto Carlos Sainz con l’altra Ferrari, che dopo una gara in salita causata da una brutta partenza e un lungo nella ghiaia, approfitta dei problemi di poca benzina di Lewis Hamilton che chiude quinto con la Mercedes al termine di una super rimonta (era ultimo a causa di un contatto).

Partenza pulita per Leclerc che tiene molto bene alle spalle Verstappen, mentre Sainz commette un errore e si lascia superare subito da Russell e Perez. Dietro Hamilton è sfortunato in un contatto con Magnussen, che provoca danni alla Mercedes e costringe il britannico a un pit stop forzato con conseguente rientro in fondo al gruppo.

Al settimo e nono giro i primi due veri colpi di scena riguardano Sainz e Verstappen che, esattamente alla stessa curva, perdono la propria macchina finendo nella ghiaia e perdendo posizioni. Lo spagnolo della Ferrari rientra undicesimo, l’olandese della Red Bull invece si ritrova quarto dietro a Russell e al compagno di scuderia.

Il DRS di Verstappen però una volta funziona ed un’altra no, così il campione del mondo in carica non riesce a superare il britannico dopo che Perez lo lascia passare. Sembra una gara stregata per Verstappen e solo da controllare per Leclerc, tutto solo in testa senza alcuna pressione dei rivali.

Ma l’incubo per la Ferrari si materializza nel corso del 27esimo giro, quando la power unit della Rossa numero 16 del monegasco s’inceppa clamorosamente costringendolo al ritiro. La gara si stravolge in favore della Red Bull, che si prende prima e seconda posizione proprio con Perez e Verstappen: il messicano però nel finale viene richiamato dal team per lasciar passare il compagno di scuderia e concedergli una vittoria pesantissima, che gli permette di prendersi la leadership del mondiale scavalcando Leclerc. AGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube