L’appello di Papa Francesco: “Putin fermati per amore del tuo popolo”

Mondo

Di

Il Pontefice all’Angelus si è rivolto anche al presidente ucraino Zelensky “affinché sia aperto a serie proposte di pace”, ed ha poi spiegato che esiste un concreto “rischio di escalation nucleare con conseguenze catastrofiche a livello mondiale”

di Nicola Graziani

© Andreas SOLARO / AFP
– Papa Francesco all’Angelus

 

AGI – “Mi rivolgo al presidente della Federazione Russa supplicandolo di fermare per amore del suo stesso popolo questa spirale di violenza e di morte”: Lo ha detto Papa Francesco all’Angelus.

Poi parlando al leader ucraini: “Rivolgo un fiducioso appello al Presidente Zelensky affinché sia aperto a serie proposte di pace“.

Rischio di catastrofe nucleare

Esiste un concreto “rischio di escalation nucleare con conseguenze catastrofiche a livello mondiale”. Lo ha detto Papa Francesco all’Angelus.

“Viviamo nuovamente sotto la minaccia atomica, è assurdo”, ha aggiunto.

“Quanto sangue deve ancora scorrere perché capiamo che la guerra non è la soluzione?”, si è chiesto Bergoglio.

“È angosciante che la geografia dell’Ucraina sia imparata attraverso nomi come Bucha e Mariupol”, ha proseguito, “Certe azioni non possono essere giustificate, mai”.

Questo conflitto “terribile e inconcepibile” deve essere fermato, e invece “continua e rischia di allargarsi”.

“Scorrono fiumi di sangue, ci sono migliaia di vittime e particolarmente bambini” e alle distruzioni ora si aggiungono gli spettri del freddo e della fame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube