Lecce-Cremonese, pari e patta

Prima Ciofani, poi Strefezza. Botta e risposta su rigore

Sport & Motori

Di

Il Lecce non va oltre l’1-1 nello scontro diretto contro la Cremonese, diretta avversaria per la salvezza. Le reti entrambe nel primo tempo ed entrambe su rigore. Al gol del vantaggio degli ospiti con Ciofani al 19’, ha risposto al 42’ Strefezza.

Partita nel complesso opaca del Lecce, che fin dalle primissime battute ha subìto il migliore approccio alla gara della Cremonese.  Alvini, tecnico dei lombardi, ha schierato un perfetto 4231, facendo largo ai veterani Castagnetti e Ciofani davanti. Una scelta che ha bloccato il Lecce in tutte le sue fonti di gioco, con i terzini Gendrey e Gallo costretti a fare massima attenzione agli esterni alti Okereke e Zanimacchia. A centrocampo, Hyulmand è stato ben controllato a uomo da Pickel, mentre Gonzales e Askyldsen non hanno quasi mai prevalso sui loro due mediani. Gli esterni d’attacco Banda e Strefezza sono state ben contenuti a uomo da Sernicola e Valeri. In attacco Colombo – uomo d’area di rigore – non viene mai servito secondo le sue caratteristiche. Nel secondo tempo, Baroni gli preferirà Assan.

La partita

Il risultato è stato che la partita l’ha fatta più la Cremonese, passata in vantaggio al 19’ con Ciofani, su rigore causato da un buco centrale della difesa giallorossa da palla persa. Nel finale di primo tempo, però, il Lecce rialzava la testa riuscendo a conquistare il pareggio, ancora su rigore per fallo su Gendrey. Dal dischetto ottima l’esecuzione di Strefezza. Nel secondo tempo ci si aspettava un Lecce più propositivo. I nuovi entrati Blin e Assan qualcosa cambiano, ma è la Cremonese a rendersi più pericolosa ed a fallire con Okereke (grande parata di Falcone) il gol vittoria.

Alla fine finisce 1-1, terzo pareggio consecutivo in casa. Certamente non la migliore prestazione dei giallorossi. Ma, comunque, conquistare un punto in una partita come questa significa che la squadra ha carattere ed è sempre sul pezzo.

Queste le dichiarazioni del tecnico giallorosso Marco Baroni al termine della gara:

“Avremmo voluto vincere la gara, la squadra ha fatto una buona prestazione dal punto di vista dell’attenzione. Loro sono stati molto aggressivi, ci hanno tolto il gioco sugli esterni e abbiamo patito. Siamo andati sotto ma poi siamo riusciti a recuperare, ci sono mancate alla fine le energie fisiche e mentali per cercare la vittoria. Considero buono il pareggio, la squadra sa soffrire e anche oggi ha dato tutto. Allenare una squadra giovane? Fa parte del nostro percorso condiviso con la società, la squadra deve crescere nelle gare così, quando si trovano in campo difficoltà che bisogna sapere gestire. Questo è un altro step di crescita che la squadra sta facendo. Sicuramente abbiamo incontrato delle difficoltà, sia Valeri che Sernicola sono stati aggressivi sui nostri esterni. Con le mezzali facevamo un po’ più di fatica. Sono difficoltà del campo ma la squadra ha reagito, è una prestazione che ci aiuterà a crescere”.

“Mi sono complimentato con i ragazzi, è una squadra molto giovane che sa rimanere dentro la partita nonostante le difficoltà. Oggi abbiamo recuperato il risultato contro una squadra molto aggressiva, che inizialmente ci ha tolto il lavoro sulle catene, Banda e Strefezza avevano una pressione asfissiante. Sono gare nelle quali ci vuole un po’ di qualità e della lucidità. Sono partita che rappresentano uno step importante di crescita. Volevamo la vittoria, la squadra non ha mai perso ordine e compattezza. Sicuramente non eravamo puliti, ma abbiamo trovato una squadra che ha corso molto”.

“A volte si guardano i punti in classifica delle squadre ma io guardo le prestazioni, la Cremonese veniva da buone partite. Sapevo che poteva venir fuori una partita sporca, inizialmente abbiamo fatto fatica a leggere la doppia marcatura sull’esterno che ci impediva il lavoro sulle catene, anche perché non c’era fluidità nelle mezzali nel togliersi dalla pressione”.

IL TABELLINO

Lecce: Falcone 5.5; Gendrey 7, Pongracic 6.5, Baschirotto 6.5, Gallo 6 (60′ Pezzella 6); Askildsen 6 (70′ Blin 6), Hjulmand 6, Gonzalez 6 (70′ Bistrovic 6); Banda 6.5, Colombo 5.5 (46′ Ceesay 6), Strefezza 6.5 (84′ Di Francesco sv)

A disposizione: Bleve, Dermaku, Cetin, Tuia, Helgason, Listkowski, Oudin, Blin, Voelkerling, Umtiti, Rodriguez. Allenatore: M. Baroni 6

Cremonese: Radu 6; Sernicola 6, Bianchetti 6, Lochoshvili 6, Valeri 6 (74′ Ghiglione sv); Pickel 6.5, Ascacibar 5.5 (65′ Meite 6), Castagnetti 6; Zanimacchia 6 (83′ Buonaiuto sv); Ciofani 6.5 (65′ Dessers 5.5), Okereke 6.5 (74′ Afena-Gyan sv).

A disposizione: Carnesecchi, Saro, Aiwu, Vasquez, Baez, Acella, Escalante, Quagliata, Milanese, Tsadjout. Allenatore: M. Alvini 6

Arbitro: Livio Marinelli della sez. di Tivoli 6

RETI: 19′ Ciofani (rig), 42′ Strefezza (rig)

NOTE: giornata serena, terreno in buone condizioni

Ammoniti: Falcone, Okereke, Askildsen, Pezzella. Angoli: 1-8. Recupero: 4′ pt, 5′ st.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube