Michel ai 27: “Ora più che mai serve restare uniti”

Mondo

Di

Al centro del vertice informale del 6 e 7 ottobre la guerra della Russia in Ucraina, l’energia e la situazione economica

Charles Michel

 

AGI – Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha mandato la lettere d’invito ai 27 capi di Stato e di Governo dell’Unione per il vertice informale che si terrà il 6-7 ottobre.

Ovviamente al centro del confronto, “le tre questioni più urgenti – e interconnesse – per tutti noi, vale a dire la guerra della Russia in Ucraina, l’energia e la situazione economica“, ha spiegato Michel.

 

 

“Esamineremo il modo migliore per affrontare queste sfide per la nostra economia in generale. Affrontare i prezzi elevati per le famiglie e le imprese, sostenere la crescita e l’occupazione e proteggere le persone vulnerabili che soffrono di più a causa delle bollette energetiche elevate sono la nostra principale preoccupazione. Più che mai, la chiave sarà la nostra capacità di restare uniti e coordinare la nostra risposta politica, in uno spirito di solidarietà e in difesa dei nostri interessi comuni”, ha rammentato il presidente del Consiglio europeo.

Da Mosca “passi irresponsabili”

“La guerra in Ucraina continua a infuriare. Purtroppo il Cremlino ha intrapreso passi di escalation irresponsabili: ha organizzato una campagna di mobilitazione nazionale, finti “referendum” coercitivi e l’annessione illegale dei territori dell’Ucraina, e persegue la sua retorica minacciosa. Alla luce di questi sviluppi, dobbiamo rimanere uniti e fermi nella nostra risposta”, ha scritto Michel.

“La nostra solidarietà con l’Ucraina e il suo popolo rimane incrollabile. Continueremo a rafforzare le nostre misure restrittive per aumentare ulteriormente la pressione sulla Russia per porre fine alla sua guerra. Al nostro incontro discuteremo di come continuare a fornire un forte sostegno economico, militare, politico e finanziario all’Ucraina per tutto il tempo necessario”, ha aggiunto. “Esamineremo anche il modo migliore per proteggere la nostra infrastruttura critica”, ha annunciato Michel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube