Un manifestante è stato ‘risucchiato’ nel consolato cinese di Manchester e pestato

Mondo

Di

Trascinato all’interno del territorio della sede diplomatica cinese è stato aggredito durante una protesta che prendeva di mira il presidente cinese

AGI – La Cina ha accusato manifestanti pro-democrazia di essere “entrati illegalmente” nel consolato britannico a Manchester: il riferimento è a quanto accaduto ieri nella città inglese, quando uno di loro è stato trascinato all’interno del territorio della sede diplomatica cinese e aggredito, durante una protesta che prendeva di mira il presidente cinese, Xi Jinping, prima di potere lasciare l’area con l’aiuto della polizia e di altri manifestanti.

I manifestanti, definiti “piantagrane” da Pechino, hanno “messo a repentaglio la sicurezza della sede“, ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Wang Wenbin, nel consueto briefing giornaliero con la stampa; Wang ha dunque sollecitato la Gran Bretagna ad “adempiere seriamente ai propri doveri e aumentare la protezione della sede e del personale dell’Ambasciata e dei Consolati cinesi” in Gran Bretagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube