Twitter lancia il nuovo segno di spunta grigio

Scienza & Tecnologia

Di

Twitter sta trasformando il famoso segno di spunta blu in un simbolo che denota che, hai pagato a Elon Musk $ 8, piuttosto che uno che identifica personaggi pubblici. Ma ovviamente, se qualcuno con $ 8 di riserva e un ego fragile può essere verificato, il simbolo viene reso privo di significato, aprendo la strada ai troll per impegnarsi con le gag di imitazione. Pertanto il CEO di Tesla e SpaceX, ha riconosciuto che, in realtà, è necessario un contrassegno ufficiale per determinati account, come mezzo per combattere potenziali frodi. Pertanto, invece di rivedere il suo schema di segni di spunta a pagamento, formulato frettolosamente, ha escogitato una soluzione alternativa. Aggiungendo un altro indicatore per account selezionati che riconosca che si tratta di un’identità “ufficiale”. Sta introducendo difatti, un badge grigio, “ufficiale”, una forma separata di verifica dell’utente rispetto al segno di spunta blu.

 

Twitter lancia la nova spunta grigia: di cosa si tratta?

Il segno di spunta grigio, è esattamente come il segno di spunta blu, ma solo per coloro che il nuovo team di Twitter riterrà degni di questo riconoscimento ‘ufficiale’. Che, includerà, enti governativi, società commerciali, partner commerciali, importanti organi di stampa, editori e alcuni personaggi pubblici. In altre parole non giornalisti. Elon Musk ha chiarito il suo punto di vista sui giornalisti, che non li vede come più credibili di chiunque altro. Quindi ora potrà revocare il loro stato di verifica, a proprio piacimento. Un punto debole chiave, tuttavia, è che il segno di spunta grigio non verrà visualizzato sui singoli tweet, quindi se un utente vuole confermare che sta interagendo con un account Twitter “ufficiale” reale di un marchio/celebrità, dovrà tocca il loro profilo completo per vederlo.  

Twitter è nel caos

Tutte le acquisizioni aziendali sono almeno un po’ disordinate. Ma quello che sta succedendo su Twitter è in una classe a sé stante. Difatti, Elon Musk rischia di dare fuoco a 44 miliardi di dollari, oltre a una piattaforma di social media che è diventata centrale nel discorso globale. Ha passato mesi a lamentarsi di bot e spam, ma poi si è affrettato a lanciare un servizio di abbonamento più costoso che garantisse automaticamente segni di spunta di verifica senza effettivamente verificare le identità degli utenti. E poi ha ritardato il lancio, anche se alcune persone avevano già pagato. Musk afferma di essere un sostenitore della libertà di parola, ma i suoi atteggiamenti sono diventati fin troppo chiari pochi giorni dopo la sua acquisizione. Twitter da essere una piazza pubblica de facto per giornalisti, intellettuali, attivisti per i diritti umani, attivisti pro-democrazia nei paesi autoritari, nonché una fonte di informazioni in tempo reale preziosa per il pubblico durante disastri, elezioni e così via, rischia di diventare un social network in cui la libertà di parola non si accompagna alla responsabilità.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube