Metalli tossici nel cioccolato fondente, l’allarme di Consumers Reports

Attualità & Cronaca

Di

In uno studio dell’organizzazione no profit di New York vengono rilevati quantitativi di piombo e cadmio oltre i livelli consentiti. Un pericolo soprattutto per i bambini
 Cioccolato

 

AGI – Svelato il lato oscuro del cioccolato fondente: in ogni barretta testata da Consumer Reports, un’organizzazione no profit con sede a New York, si trovano tracce di metalli tossici. Il cioccolato fondente è normalmente elogiato per le sue proprietà benefiche, ma i test su 28 barrette hanno mostrato che tutte contenevano metalli tossici come piombo e cadmio, anche tra le note marche Hershey’s, Lindt e Tony’s Chocolonely.

Il piombo è tossico per l’uomo, in particolare per i bambini, mentre il cadmio è collegato al cancro. I metalli pesanti portano a problemi polmonari, problemi di memoria, cancro e persino morte prematura. Secondo gli esperti, per notare qualsiasi effetto bisognerebbe mangiare più di un’intera barretta di cioccolato al giorno.

D’altra parte, anche bassi livelli di esposizione al cadmio sono stati collegati al cancro ai reni e alle ossa fragili. Il cadmio è un elemento naturale presente nel terreno che a volte viene assorbito dalle radici della pianta e finisce nelle fave di cacao.

Il piombo è notoriamente pericoloso per l’uomo. Dopo un’esposizione a lungo termine, causa perdita di memoria, dolore addominale e umore basso. Il piombo contamina i chicchi attraverso l’ambiente, possibilmente quando viene spinto dal vento nelle aree circostanti mentre i chicchi si asciugano all’aperto. Per i bambini, il metallo pesante può danneggiare il cervello e il sistema nervoso centrale in alte concentrazioni portando a problemi di apprendimento e comportamento.

Il problema, rilevano i ricercatori, è che non esiste un limite nazionale per piombo e cadmio nelle tavolette di cioccolato stabilito dalla Food and Drug Administration (FDA). Per determinare se i prodotti contenevano livelli pericolosi, i test di Consumer Reports sono stati effettuati da cani da guardia e i livelli di metallo sono stati misurati rispetto agli standard stabiliti dall’Office of Environmental Health Hazard Assessment (OEHHA) della California.

Gli standard – che sono fissati per l’esposizione generale e non per la sicurezza alimentare – affermano che le persone non dovrebbero essere esposte a più di 0,5 microgrammi (mcg) di piombo e 4,1 mcg di cadmio al giorno.

ùMa 23 dei lingotti testati, l’ 82% contenevano livelli di piombo fino a due volte e mezzo superiori e livelli di cadmio fino a tre volte superiori. Cinque barrette contenevano più piombo e cadmio rispetto ai limiti raccomandati: Trader Joe’s Dark Chocolate Lover’s 85% cacao, Green and Black’s Organic dark chocolate 70% cacao, Lily’s estremamente fondente 85% cacao e due barrette prodotte da Theo’s.

Altre dieci barre contenevano più piombo di quanto raccomandato e otto barre contenevano più cadmio di quanto consentito dai livelli californiani. Solo cinque tavolette – prodotte da Ghirardelli, Valrhona, Taza Chocolate e Mast – avevano livelli inferiori agli standard accettabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube