Troppa fretta di nascere. Una bimba partorita in auto di fronte all’ospedale

Attualità & Cronaca

Di

Una coppia dell’Aretino protagonista dell’avventura a lieto fine dinanzi al pronto soccorso di Arezzo, dove il papà aveva parcheggiato l’auto, improvvisata sala parto

di Greta Settimelli

© Nicola Marfisi / AGF – Il pronto soccorso dell’ospedale di Codogno, chiuso dopo il casi di contagio da coronavirus

 

AGI – Aveva fretta di venire al mondo una piccola nata in auto di fronte al Pronto Soccorso dell’ospedale di Arezzo, tra le braccia di una soccorritrice della Croce Bianca. La coppia, residente nell’Aretino, si era diretta all’ospedale del capoluogo con la propria auto ed il papà aveva parcheggiato l’auto proprio di fronte al pronto soccorso perché la bimba stava per venire al mondo.

Non c’è stato il tempo, però, di attendere i medici dell’emergenza, la piccola aveva davvero fretta di venire alla luce e così il padre ha chiamato aiuto. In suo soccorso sono arrivati due soccorritori della Croce Bianca di Arezzo che grazie al kit parto presente in ogni ambulanza, sono riusciti a far venire alla luce la bambina, 3,8 kg di felicità per mamma e papà, all’interno dell’utilitaria.

La bambina e la madre sono state poi ricoverate all’ospedale San Donato di Arezzo, per le cure del caso. Entrambe godono di ottima salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube