La filosofia del fare

Politica

Di

Non sempre ciò a cui si aspira, anche in perfetta buona fede, riesce a essere produttivo sul fronte politico. Oggi più che per il passato. La pandemia ha complicato, ulteriormente, il profilo socio/politico nazionale. Ci sono, infatti, delle variabili che sono tali proprio perché non hanno basi consistenti sulle quali poter far conto al momento opportuno. Neppure L’Esecutivo Meloni potrà fare “miracoli”.

Sono presenti, infatti, delle incertezze circa gli aspetti politici che s’insinuano nelle necessità di non andarsi a “scontentare ” con gli alleati. Non è una novità, ma preferiamo riportarla per non ritrovarla, poi, nel percorso delle nostre riflessioni. Perché la sancita alleanza non significherà uniformità di vedute e linee interventi prive di punti da chiarire. Soprattutto quando la politica dovrà fare conto sull’economia nazionale.

Premesso che è essenziale dare “tempo al tempo”, non possiamo disconoscere certe incoerenze non sfuggite a chi è stato attento alle tante dichiarazioni degli Esecutivi precedenti. Dopo la stasi sanitaria, la filosofia del “fare” dovrà evolversi in atti concreti. Solo in allora, saremo in grado di saggiare la “stabilità” di questo Governo di Centro/Destra.

Giorgio Brignola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube