Qatargate: il Gip di Bergamo sequestra 240 mila euro ai Panzeri

Attualità & Cronaca

Di

Una nota del Procuratore di Bergamo precisa che si tratta di 200 mila euro bloccati su un conto intestato a Silvia Panzeri e di 40 mila euro su un conto del padre
© Franco Cavassi/ AGF – Antonio Panzeri

 

AGI – Il gip di Bergamo ha sequestrato preventivamente circa 240 mila euro su conti correnti intestati a Silvia Panzeri e al padre Antonio. Il provvedimento è stato preso su richiesta della Procura “che ha dato esecuzione ad un ordine di investigazione europeo della magistratura belga nell’indagine sul Qatargate” che indaga su sei conti correnti intestati ad Antonio Panzeri, alla figlia Silvia, all’ex segretario generale della Confederazione internazionale dei sindacati Luca Visentini e a Francesco Giorgi, ex collaboratore dell’ex eurodeputato Panzeri.

La Corte d’appello di Brescia ha rinviato al 3 gennaio la decisione sul trasferimento a Bruxelles di Silvia Panzeri, figlia dell’ex eurodeputato, per valutare le condizioni di sovraffollamento delle carceri belghe. Intanto l’eurodeputata Eva Kaili avrebbe cominciato a confessare. Indagine per fuga di notizie della Procura federale

“In particolare – recita la nota del procuratore di Bergamo Antonio Chiappani – sono stati bloccati circa 200mila euro su un conto di Silvia Panzeri e 40mila euro su uno del padre“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube