Femminicidio nel Trapanese: uccisa una 29enne, fermato il marito 63enne

Attualità & Cronaca

Di

La donna colpita con un grosso coltello da cucina nella sua casa a Castelvetrano. Il marito 63enne si trova in caserma. I tre figli della coppia affidati a una comunità

di Giuseppe Marinaro

Carabinieri

 

AGI – Aveva solo 29 anni l’ennesima vittima di un femminicidio. Maria Amatuzzo, originaria del Palermitano, è stata uccisa con un’arma da taglio, a quanto pare un grosso coltello, nella sua abitazione di via Cassiopea, di Marinella di Selinunte, frazione marinara di Castelvetrano, in provincia di Trapani. Il marito, Ernesto Favara, molto più grande di lei, di 63 anni, è stato fermato poco dopo il delitto, per essere interrogato dai carabinieri del Comando provinciale di Trapani che lo hanno condotto in caserma.

Secondo quanto si apprende l’uomo aveva l’arma con sé. Una furia omicida abbattutasi alla vigilia di Natale sulla giovane madre di tre figli, due dei quali gemelli, affidati, secondo quanto riferiscono alcuni, a una comunità. Una relazione, a tratti burrascosa, iniziata circa dieci anni fa.

Le stesse fonti sostengono che la vittima volesse separarsi. Sul posto i soccorritori del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare la morte della 29enne, e i carabinieri per delimitare l’area attorno all’abitazione e compiere i rilievi nel luogo del delitto. Solo pochi giorni fa, il 16 dicembre, un uomo aveva ucciso la moglie a Villabate, alle porte di Palermo, e poi si era tolto la vita con la stessa arma, un bisturi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube