In Usa 200 milioni di persone in balia della tempesta polare, 10 vittime

Mondo

Di

‘Elliot’ ha investito, in particolare, Kansas, Oklahoma, Kentucky e Ohio.  Clima impazzito: temperature primaverili in Italia, Stati Uniti nella morsa

AGI – Nel periodo natalizio più freddo degli ultimi 80 anni negli Stati Uniti, si conta finora una decina di morti per le strade da quando è iniziata la tempesta polare, battezzata ‘Elliot’ dai meteorologi, che ha investito, in particolare, Kansas, Oklahoma, Kentucky e Ohio.

Le temperature in un gran numero di Stati sono scese sotto lo zero, milioni di persone sono rimaste senza elettricità e migliaia di passeggeri sono rimasti bloccati a ridosso delle feste natalizie. Sono almeno 200 milioni le persone interessate agli effetti della tempesta polare, circa il 60% della popolazione degli Stati Uniti, secondo stime del servizio meterologico nazionale, il Nationa Weather Service (Nws).
Usa 200 milioni in balia della tempesta polare una decina i morti

Oltre 1,4 milioni di uffici e abitazioni sono rimaste senza elettricità, secondo il portale PowerOutage.us, che traccia le interruzioni di corrente negli Stati Uniti. Sono stati cancellati circa 5.300 voli nella giornata di venerdì dopo i quasi 2.700 annullati il giorno precedente giovedì, secondo il sito di monitoraggio dei voli FlightAware, citato dalla Cnn.

In Italia weekend di Natale ‘primaverile’ con temperature fino a 10 grandi sopra la media. In Usa è stato d’emergenza in dodici Stati, da New York al Kentucky, guardia nazionale schierata, 3400 voli cancellati in un solo giorno, avvisi a non uscire inviati sui cellulari di milioni di persone

Gli aeroporti dove le cancellazioni sono state più numerose sono quelli di Seattle-Tacoma, LaGuardia di New York, il Chicago O’Hare, il Denver International e il Detroit Metro Airport, oltre a quello di Toronto in Canada. L’aeroporto internazionale Buffalo Niagara di New York è stato costretto a chiudere. Venerdì si registravano – secondo la Cnn – 9.100 ritardi tra i voli in partenza. Per oggi, sabato 24 dicembre, sono già stati annullati più di 570 voli, mentre per il giorno di Natale si prevede solo una decina di cancellazioni. Si segnalano problemi anche nei collegamenti ferroviari e con gli autobus.

Usa 200 milioni in balia della tempesta polare una decina i morti

Molti collegamenti nel nordest o nel Midwest sono stati cancellati o hanno subito modifiche. In città come Chicago, nell’Illinois, e Nashville, in Tennessee le strade sono diventati impraticabili con il crollo delle temperature, quando la pioggia si è trasformata in gelo e il vento in bufere di beve. A Denver, in Colorado, giovedì scorso, quando si sono registrati 26 gradi centigradi sotto zero, è stato il giorno più freddo da quando si tiene conto delle temperature. Giovedì scorso il presidente Joe Biden aveva avvertito gli americani di prendere la tempesta “estremamente sul serio” e di seguire le raccomandazioni delle autorità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube