KOSMOS-23 con l’Etica Pitagorica

Arte, Cultura & Società

Di

 di Antonino Giannone 
La Nuova Scuola Pitagorica (NSP) di Kroton ha organizzato un incontro culturale
_Etica ed Eroismo nella società dell’era digitale_ che si e’ svolto nella sede della Scuola dove si svolge il vernissage della statua di cera di Pitagora che si concluderà il 15 c.m.
Moderatore dell’incontro e’ stato Domenico Monizzi, Direttore della NSP che ha stimolato con la padronanza di un Comunicatore di Talk Show, il confronto tra i due  Relatori: Gianluca Facente, Scrittore e Poeta che ha parlato dell’eroismo e Antonino Giannone, Docente di  Leadership and Ethics al Politecnico di Torino e in altre Istituzioni di alta Formazione.
Sono intervenuti per la NSP: Maurizio Murano, Coordinatore del CTS e Marco Tricoli, Presidente. Hanno partecipato numerosi Cittadini: Intellettuali, Professionisti e Giovani oltre a noti giornalisti di Mass media e Tv: Giusy Regalino (RTI  Calabria), Danilo Ruberto (Il Giardino della cultura), Gianfranco Bonanno (CambiaMenti),
I Partecipanti hanno potuto ammirare la maestosa statua in cera di Pitagora dell’artista Gaspare Da Brescia che ha illustrato la sua opera e che eseguirà nei prossimi mesi la fusione.
La Statua di Pitagora sarà esposta nella Piazza centrale di Kroton, a lui dedicata.
Ricordiamo che Pitagora e’ il Filosofo riconosciuto a livello internazionale come il fondatore del Pensiero Scientifico e dell’Etica del mondo occidentale.
Sarà interessante vedere e sostenere durante l’anno gli eventi culturali KOSMOS-23 che si svolgeranno a Kroton nel nome di Pitagora.
Le Relazioni
Antonino Giannone ha sviluppato in modo sintetico il percorso dell’Etica da Pitagora alle altre scuole di pensiero e agli orientamenti più recenti nell’era digitale.
L’etimologia della parola Etica rimanda ad un aspetto di identità e ad un aspetto di comunità che va al di là delle specifiche professioni e delle competenze ad esse associate. Dal Greco Etos: Comportamento, Costume; dal Latino Mos- Moris Morale. Per quanto riguarda l’Etica, le società, nel corso dei secoli, hanno sempre imposto degli schemi etici ai quali i singoli individui sono stati tenuti a sottostare, con lo scopo di ottimizzare le interazioni umane. Questi schemi e principi vengono anche chiamati valori morali.
Gli esempi più comuni di valori morali sono le virtù etiche o virtù’ umane che nessuno possiede dalla nascita: la trasparenza, l’onestà, la lealtà, il coraggio, l’umiltà, il caring e altre ancora.
Nel percorso sintetico sull’Etica, sono state richiamate con l’Etica Pitagorica, l’Etica Socratica, Platonica, Aristotelica, Epicurea, Tomistica, Agostiniana e altre nel tempo. Naturalmente, nella relazione non  abbiamo fatto richiami all’Etica cristiana e delle altre religioni per i limiti e lo scopo dell’incontro. .
Quindi, con la Nuova Scuola Pitagorica, Pitagora fa il suo grande ritorno a Crotone e ritornano all’attenzione per una riflessione e approfondimento critico alcuni concetti che sono i capisaldi dell’Etica di Pitagora.
1.    I BENI DEVONO ESSERE IN COMUNE
2.    LA VITTORIA SPORCA L’UOMO
3.    RIFIUTO DEL SUCCESSO E DELLA GLORIA
4.    ASTINENZA DAL SESSO
5.    VITA SOBRIA DI COMUNITÀ IN POSTI SOLITARI
6.    VEGETARIANESIMO
7.    AMICIZIA UNIVERSALE
Pitagora ha avuto alcune intuizioni e anticipazioni che si ritrovano, cinque secoli dopo, nell’insegnamento di Gesù Cristo. 
Ma attenzione ai sostenitori fondamentalisti del pensiero pitagorico di non affermare che e’ stato Pitagora a ispirare Gesù Cristo!
Naturalmente le Parabole del Vangelo venivano esposte nel contesto dell’umanesimo storico del Suo tempo e quindi non potevano non avere anche espressioni legate alla cultura  che si era andata sviluppando  come quella dei Pitagorici nella Magna Grecia.
Al giorno d’oggi, la complessità della civiltà moderna ha portato ad una mancanza di forti norme socio-comportamentali, spesso reputate superflue.
In molti settori di attività, da decenni, assistiamo a una preoccupante e progressiva deriva della società senza Etica. Tuttavia sono numerosi i Centri scientifici dove si studia l’Etica e i suoi riflessi nella società, ne citiamo uno su tutti che ho avuto il privilegio di visitare in Harvard University: Edmond J. Safra Center for Business&Ethics. 
Mission della Nuova Scuola Pitagorica e’ fare riscoprire e promuovere nella società l’Etica che di fatto ha le origini con Pitagora proprio a Crotone nella Magna Grecia.
Quindi consideriamo un impegno encomiabile quello della Nuova Scuola Pitagorica di offrire un servizio culturale alla società e un’alta Formazione etica ai Millennials e ai giovani delle generazioni Zeta e Alfa che saranno le nuove classi dirigenti in Calabria, in Italia e nel mondo.
Gianluca Facente, con l’entusiasmo della sua giovane età ha spiegato da par suo l’eroismo mitologico.
Infatti l’eroismo è legato alla mitologia greca e in tale contesto, il concetto di eroismo si collegava all’ispirazione a esseri mitologici con capacità sovrannaturali. Successivamente si può riscontrare che per un soldato greco o romano andare a combattere rappresentava la possibilità di dimostrare il proprio valore. La guerra era considerata la più grande fonte di gloria e riconoscimento e la morte in battaglia come atto degno di rispetto.
Se ci soffermiamo sulle società moderne, possiamo certamente considerarle antieroiche.
Facente ha espresso la sua totale condanna in era digitale verso l’uccisione del nemico in un conflitto bellico e quindi una reale e mutata condizione dell’eroismo al giorno d’oggi. Si può essere eroi anche nel vivere la difficile quotidianità che mette a dura prova le persone in contesti ambientali critici e privi di etica. Oggi assistiamo a un eroismo senza una Causa per cui combattere, che non chiede sacrifici per il bene comune, il bene dell’altro, la patria, l’umanità intera.
Oggi  si diventa un eroe senza causa universale, senza orizzonte di bene comune, il cui eroismo sta nel credere nella propria vocazione senza cedere, nel perseguire la propria convinzione assolutamente singolare.
L’eroe è solitario e nichilista.
Per l’eroe di oggi, campo etico e campo politico vanno assolutamente separati.
Il campo etico, che attiene all’individuo, è un campo di esercizi dell’esistenza per diventare ciò che si è senza porsi la questione del bene comune (Nietzsche);
il campo politico, invece, è un campo di conflitto tra varie concezioni del bene e questo conflitto deve in qualche modo allo stesso tempo sia alimentare sia contenere la deflagrazione.
Le conclusioni dell’evento da parte dei Relatori e’ stata che per tendere alla perfezione del KOSMOS di Pitagora ed evitare il trascinamento verso il KAOS (la Guerra e’ la manifestazione più palese) servono Persone, Cittadini con Valori etici e capaci di esprimere la loro Libertà con un consapevole livello di Responsabilità Etica. 
A mio avviso, e’ con l’Etica e i suoi valori condivisi che la società potrà realizzare il suo futuro con un miglioramento del Bene Comune e potrà tendere a una Felicità che sembra irraggiungibile, ma che Pitagora 2.500 anni fa aveva pensato come obiettivo raggiungibile con i principi del PENTALOGO che Salvatore Mongiardo, Scolarca della NSP, ha magistralmente spiegato nella sua pubblicazione in varie lingue. 
Ulteriori approfondimenti sull’Etica nell’era digitale  saranno possibili nei prossimi eventi di KOSMOS- 23 della Nuova Scuola Pitagorica.
Antonino Giannone
– Prof. Leadership and Ethics
– Componente del Comitato Tecnico Scientifico della Nuova Scuola Pitagorica di Crotone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube