“Nudi illegali”. Gli attori del ‘Romeo e Giulietta’ di Zeffirelli fanno causa

Mondo

Di

Olivia Hussey e Leonard Whiting affermano che la Paramount Pictures, società di distribuzione di film, avrebbe dovuto ben sapere che le loro immagini di nudo da adolescenti erano state “ottenute in modo illegale”

di Alberto Ferrigolo

© Screenshot – Romeo e Giulietta

 

AGI – Ripensamento tardivo? Gli attori Olivia Hussey e Leonard Whiting affermano oggi che la Paramount Pictures, società di distribuzione di film, avrebbe dovuto ben sapere che le loro immagini di nudo da adolescenti erano state “ottenute in modo illegale”.

Così a distanza di 54 anni dal 1968, quando il film di Franco Zeffirelli “Romeo e Giulietta” uscì per la prima volta nelle sale cinematografiche, i due protagonisti hanno deciso congiuntamente di intentare una causa legale.

Del resto, si sa, la breve scena dei due amanti adolescenti sfortunati che si svegliano insieme nel letto nudi causò all’epoca un certo clamore.

Ora però i due attori sostengono che la scena della camera da letto è stata girata con l’inganno quand’essi erano minorenni mentre a loro era stato garantito che nessuna inquadratura senza veli sarebbe stata inclusa nel prodotto finale.

Secondo il New York Times, che narra la vicenda, la causa che è stata depositata lo scorso venerdì presso la Corte suprema di Los Angeles attribuisce gran parte della delle responsabilità al suo regista, Franco Zeffirelli, scomparso nel 2019, lanciando però trasparire seri dubbi anche sulla correttezza della Paramount.

nudo romeo giulietta film zeffirelli diventa motivo causa legale
© Mary Evans / Agf

Franco Zeffirelli nel 1966

Nella scena, scrive il quotidiano, il Romeo interpretato da Whiting si alza dal letto e si crogiola al sole veronese, il suo sedere nudo appare sullo schermo per diversi secondi, mentre Giulietta rimane per lo più nascosta sotto il lenzuolo, prima di saltare giù dal letto, mostrando brevemente il suo seno nudo”. La causa, ad ogni modo, è – tra le altre varie accuse – per “molestie sessuali e abusi sessuali infantili”, riferisce il Times. All’ epoca, Hussey aveva 16 anni quando la scena è stata girata, e il Whiting ne aveva 17, ora ne hanno rispettivamente 71 e 72.

La scena fu girata nel settembre 1967, “sebbene la causa intentata contenga una data piuttosto imprecisa”. Dettaglio: in un libro di memorie pubblicato nel 2018, “La ragazza sul balcone”, Olivia Hussey aveva espresso però una certa approvazione per la scena in sé, dicendo che era stata “girata con gusto”, riferisce il Times. Deve poi averci ripensato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube