La pilota di droni Luisa Rizzo pronta a “volare” nella nuova villa Bellombra

Attualità & Cronaca

Di

Sabato 14 gennaio alle ore 15,00 nel Presidio ospedaliero Villa Bellombra di Casteldebole (BO) la pluripremiata campionessa italiana dei droni, Luisa Rizzo, incontrerà i dipendenti della struttura per raccontare la sua storia ed effettuare una dimostrazione sorvolando attraverso sofisticati droni gli ambienti interni e gli esterni dell’ospedale in cui attualmente è ricoverata.

Luisa Rizzo – Most Gates Passed Through By Drone (UAV) in 1 Min
Guinness World Records 2020
Photo Credit: Paul Michael Hughes/Guinness World Records

L’evento è aperto ai giornalisti. Luisa Rizzo è disponibile a rilasciare interviste.

 Bologna, 13 gennaio_ Il suo nickname è “Leo on fire” (leone è il segno zodiacale, il “fuoco” invece anima le competizioni sportive in cui gareggia). Stiamo parlando di Luisa Rizzo che a soli 20 anni è già quattro volte campionessa italiana di Droni FVP Racing e ha ottenuto un Guinness World Record.

Pur costretta sulla carrozzina, con una forza di volontà e talento incredibile, riesce a raggiungere primati di velocità mai realizzati sin ora con i droni e a realizzare filmati molto apprezzati, come quelli sulle bellezze della propria terra, il Salento.

La giovane, originaria di San Pietro in Lama (Lecce), da alcuni giorni si trova ricoverata nella nuova Villa Bellombra di Casteldebole per una presa in carico riabilitativa delle varie problematiche associate alla sua malattia neuromuscolare.

Il nuovo Centro di Casteldebole è all’avanguardia per la riabilitazione ortopedica e neurologica ma anche per il trattamento delle malattie rare. Luisa Rizzo sin dalla nascita è affetta da atrofia muscolare spinale (SMA) ma questo limite per la campionessa di Drone Racing in realtà è un ‘opportunità per migliorarsi ogni giorno, e poter volare anche senza camminare.

In Italia è l’unica donna a praticare la disciplina che si attesta essere tipicamente maschile. Per il suo coraggio e il suo talento riconosciuto a livello nazionale e internazionale, nel marzo 2021 il Capo dello Stato Sergio Mattarella le conferisce l’attestato d’onore di Alfiere della Repubblica con la seguente motivazione: “Per l’impegno e l’abilità mostrati nel pilotare i droni. Pur costretta sulla carrozzina, è riuscita a raggiungere primati di velocità e anche a realizzare filmati molto originali e apprezzati sulle bellezze della propria terra, il Salento”.

La campionessa salentina e atleta della Nazionale italiana di Aeromodellismo per la categoria F3U drone racing nel pomeriggio di sabato 14 gennaio, a partire dalle 15, incontrerà i giornalisti per raccontare la sua grande passione per lo sport ma anche per il cinema e la famiglia sempre pronta a sostenerla e a condividere nuovi progetti e nuovi sogni.

Per Luisa non ci sono limiti o barriere invalicabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube