L’inflazione italiana frena meno che in Europa

Economia & Finanza

Di

L’Istat nella nota mensile sull’andamento dell’economia italiana parla di “incertezza legata alle prospettive di crescita in rallentamento per il prossimo anno”

di Gianluca Maurizi

© Agf –  Istat (Agf)

 

AGI – “L’incertezza legata alle prospettive di crescita in rallentamento per il prossimo anno, rendono cauti consumatori e imprese che producono beni di consumo e che si aspettano una riduzione dei prezzi”. Lo afferma l’Istat nella Nota mensile sull’andamento dell’economia italiana. In particolare, segnala l’istituto di statistica, “la decelerazione delle spinte inflazionistiche innescata dall’orientamento restrittivo della politica monetaria nei principali paesi e dalla moderazione dei prezzi dei prodotti energetici ha caratterizzato lo scenario internazionale di fine anno”.

In Italia, “l’indice dei prezzi al consumo armonizzato ha mostrato un moderato rallentamento anche se il differenziale con l’area euro si è ampliato ulteriormente, superando i 3 punti percentuali, per effetto della maggiore crescita in Italia dei listini dei beni energetici e degli alimentari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube