Mondelēz International pubblica il quarto rapporto annuale sullo State of Snacking™

Agroalimentare & Enogastronomia

Di

Il Rapporto evidenzia l’ampliamento del ruolodello Snacking nelle abitudini alimentari dei consumatori 

  • Per il quarto anno consecutivo i consumatori preferiscono lo spuntino al pasto tradizionale
  • Gli snack continuano a essere presenti nel carrello dei consumatori, nonostante l’aumento dei prezzi
  • I consumatori sono più attenti e consapevoli quando consumano gli snack
  • I consumatori sono disposti a pagare di più per gli snack sostenibili

MILANO  – Mondelēz International annuncia la pubblicazione del quarto rapporto annuale State of Snacking™, uno studio che esamina i comportamenti dei consumatori a livello globale e che investiga i driver di scelta degli snack da parte dei consumatori. Il rapporto di quest’anno analizza come le attuali sfide economiche stiano influenzando le scelte dei consumatori in materia di snack in tutto il mondo, con una maggioranza di intervistati che continua a dare priorità agli snack, nonostante l’aumento dei prezzi e le sfide economiche.

Sviluppato in collaborazione con The Harris Poll, il rapporto analizza per il quarto anno consecutivo gli atteggiamenti e i comportamenti in materia di snack di migliaia di consumatori intervistati in 12 Paesi. I risultati illustrano l’espansione del ruolo degli snack, che sempre più spesso sostituiscono i pasti tradizionali nella vita dei consumatori. I principali risultati mostrano che i consumatori di tutto il mondo consumano snack:

  • Quotidianamente – Lo snack è un punto fermo – il 71% dei consumatori fa uno spuntino almeno due volte al giorno.
  • Consapevolmente – il 78% dei consumatori dichiara di prendersi più tempo per assaporare gli snack e il 61% afferma di dedicare del tempo a porzionare gli snack prima di mangiarli.
  • Frequentemente – I consumatori sostituiscono sempre più spesso i pasti con gli spuntini, con il 55% che dichiara una maggiore propensione a consumare uno snack tra i tre pasti principali.
  • In modo sostenibile – La riduzione degli sprechi è una priorità assoluta, con 7 consumatori su 10 che dichiarano di privilegiare gli snack con meno imballaggi e il 72% che dichiara di riciclarli.

“Il nostro rapporto State of Snacking conferma che, in questi tempi difficili, i consumatori di tutto il mondo considerano i loro snack preferiti come un piacere accessibile e necessario”, ha dichiarato Dirk Van de Put, Chairman e CEO di Mondelēz International. “Gli snack continuano ad essere un modo per i consumatori di relazionarsi con gli altri o di godersi un momento di piacere durante la loro giornata, dimostrando ulteriormente la nostra convinzione che ogni snack può essere consumato in modo consapevole”.

L’indagine dimostra che i consumatori cercano snack per soddisfare diverse esigenze nella loro vita. La maggioranza ha dichiarato di consumare regolarmente uno snack per premiarsi (78%) e per un senso di comfort (77%), risultati condivisi dall’85% dei millennial per entrambi i motivi. Il contesto attuale sottolinea anche l’importanza della riconoscibilità del marchio, con il 67% che dichiara che preferirebbe comprare una minore quantità della sua marca preferita di snack, piuttosto che acquistare una generica alternativa meno costosa.

L’indagine integra le diverse conoscenze di Mondelēz International sullo snacking, tra cui le macro-tendenze sul futuro degli snack provenienti da più fonti e conferma l’attenzione dell’azienda a offrire lo snack giusto, per il momento giusto, fatto nel modo giusto.

Il rapporto “State of Snacking 2022”, scaricabile dal sito www.mondelezinternational.com/stateofsnacking, presenta ulteriori risultati: 

Spuntino consapevole

  • I consumatori si impegnano ad essere attenti e consapevoli quando fanno uno spuntino, con il 78% che dichiara di prendersi del tempo per consumare gli snack più golosi.
  • Molti sono anche attenti alle quantità, affermando di prendersi il tempo necessario per porzionare gli snack prima di mangiarli (61%) e di controllare le etichette nutrizionali dei prodotti prima di acquistarli (68%).
  • Inoltre, meno della metà (46%) dichiara di sentirsi in colpa quando si concede uno spuntino o una merenda golosa.

Un modo per relazionarsi

  • Gli spuntini offrono un’importante opportunità per entrare in contatto con gli altri: sette su dieci confermano che “condividere uno snack con gli altri è un gesto d’amore”.
  • Questa tendenza a gustare uno spuntino con i propri cari è particolarmente forte tra le famiglie in India e in Messico.

Attenzione alla sostenibilità

  • I consumatori sono molto attenti all’impatto che le loro scelte in fatto di snack hanno sull’ambiente e riconoscono che sia le aziende, che i consumatori giocano un ruolo chiave per la sostenibilità.
  • Il 63% dei consumatori concorda sul fatto che gli snack con un maggiore impatto ambientale dovrebbero costare di più, soprattutto i millennial (70%) e la generazione Z (69%).
  • Il 64% è disposto a pagare di più per snack più rispettosi dell’ambiente e il 65% pagherebbe di più per prodotti con ingredienti approvigionati in maniera etica.

“I consumatori di oggi sono più consapevoli che mai dei loro consumi, e questo include la salute e il benessere, nonché l’impatto sul pianeta”, ha dichiarato Martin Renaud, Chief Marketing and Sales Officer di Mondelēz International. “I risultati di questo rapporto continuano a contribuire alla nostra strategia di leader globale nel settore degli snack, con un’attenzione particolare al cioccolato e ai biscotti e un impegno per uno snack consapevole e sostenibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube