L’Accettazione

Politica

Di

Tra il serio e il faceto

L’Opinione di Roberto Chiavarini

Mi rifaccio all’art. 21 della Costituzione che recita:

“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”…

 

IL SERIO

Letta (non mi riferisco, naturalmente, all’attuale Leader del centrosinistra), accettata e sottoscritta da parte del Popolo (per il mezzo della nostra politica rappresentativa) quest’altra incredibile pagina di Storia italiana…

… logica conseguenza, anche, delle ultime elezioni nazionali, per nulla spontanee e neppure frutto del caso …

… anzi …

… elezioni tempestive, si, solo se valutate da un certo punto di vista (il loro) ma, in realtà, elezioni quantomeno premature, rispetto alla naturale scadenza parlamentare …

…prevista per il prossimo giugno 2023 …

 

Mah !!!

Quanta e improvvisa fretta …

 

Tanto più che, nuove formazioni politiche, stavano emergendo, fisiologicamente, con il sostegno iniziale di una buona parte del Popolo e che, a giugno 2023, avrebbero potuto portare ad un maggiore “contagio” di idee (“Contagio”, giusto per usare un termine in linea coi tempi, tanto in voga negli ultimi tre anni), assolutamente necessarie per un rinnovato contributo agli attuali equilibri sociali e politici …

 

Dubbio mi assale e chiedo a me stesso:

Forse, il pentolone a pressione, cominciava a fischiare da qualche parte d’Europa?”

 

Di fatto, e a prescindere, tutto accade in linea con quanto progettato negli ultimi anni dai precedenti governi…

… dai primi di gennaio 2023, vi è stato idealmente il passaggio del “Testimone“…

… ovvero, subito dopo l’approvazione della Legge di Bilancio avvenuta entro il 31 dicembre 2022…

 

Ma ciò che non riesco a comprendere è, perché, sia pure con le note difficoltà dell’allora maggioranza, quella Legge di Bilancio non l’abbia portata a termine il precedente Presidente Tecnico del Consiglio (atteso che eravamo a settembre 2022, in realtà ad un tiro di schioppo dalla fine dell’anno 2022 e, quelli, in definitiva, erano i conti economici della sua gestione) ed ancor di più, non comprendo perché, quell’onere, lo abbia assunto l’attuale Presidente del Consiglio …

 

Forse, le questioni erano state già concordate tra le parti prima delle affrettate elezioni?

 

Mah …

Certo, non ne faccio una questione di colore politico ma, a preoccuparmi, è proprio la continuità e la passiva condivisione di un preciso progetto elaborato da “Menti Superiori” (… mica tanto superiori, se poi sono costrette ad usare la forza dei loro provvedimenti sul popolo, piuttosto che la ragione …)

 

Se ci fosse stata la reale intenzione da parte dei subentrati governanti, ovvero quella di dare una  discontinuità e una poderosa svolta in contrapposizione al recente passato, questi, avrebbero dovuto assumere iniziative in linea con quanto da loro stessi enunciato pubblicamente, anche attraverso i Social, solo fino a pochi anni addietro … o no ?

 

… e per le quali iniziative preannunciate, forse, gli elettori hanno dato il loro voto e, di conseguenza, il consenso fiduciario, assolutamente necessario, a questo nuovo governo…

 

… invece …

… apparentemente si procede verso lo stesso senso di marcia …

 

Pur non volendo commentare la loro valenza, cito:

… le Case Green,

… il MES (oh, Dio Dio),

… il Denaro liquido gestito dal Potere Amministrativo e Finanziario a discapito dei cittadini …

… le Tasse e le Accise …

… le nuove norme sulla “sicurezza sociale”

e così via dicendo …

…senza trascurare infine, la innovativa “Buona Tavola“…

 

E, a questo proposito, si aggiunga …

 

… via i piatti di ottima gastronomia di italica tradizione, per adeguarsi forzatamente agli insetti preparati in tutte le “salse” farine comprese … oltre al cibo sintetico …

 

… e, ciò, a seguito dei provvedimenti imposti a livello europeo e della conseguente e pacifica condivisione nazionale (sempre per il mezzo della nostra politica rappresentativa, anche quella attuale, evidentemente, pur se qualche voce di centrodestra ha giurato battaglia su siffatte normative)…

… oramai, privi come siamo, noi del “Popolo“, di incidere sulle decisioni nazionali e sulle scelte di ricaduta sociale, perfino su quelle apparentemente più semplici … ed anche quelle più essenziali da adottare con una certa urgenza..

 

… il tutto, a discapito dei più elementari valori etico-morali …

 

Il nostro, resta, pur sempre, un popolo assoggettato, ancora una volta, al “Potere” degli altri …

… come da italica tradizione …

 

Lo diceva perfino il Manzoni oltre 200 anni fa …

 

Pensate, abbiamo una sola vita in tutta la Eternità e siamo costretti ad investirla passivamente nel peggior modo possibile …

Ma, poi, ascoltatemi …

… ho raccolto una

voce” che ricorre sui Social…

che spero tanto non sia vera …

… addirittura parrebbe (il condizionale è d’obbligo) …

che, guarda, guarda … le innovative farine, sarebbero  coperte anch’esse da “data protection“, perciò non

divulgabili (dopo il segreto militare sui vaccini, arriverebbe anche un altro segreto … sempre per il nostro bene… naturalmente)

… e, ripeto, spero di sbagliarmi …

… non si crede più al “Segreto di Fatima“, mentre dobbiamo accettare ben altri e più terreni segreti …

 

Ed infine, nel corso della trasmissione “DRITTO E ROVESCIO” del 19 gennaio 2023, proprio mentre stavo per concludere questo articolo, è stata data da Deldebbio la notizia dell’ultima ora, ovvero che c’è l’Ok dell’Europa all’Etichetta sulle bottiglie del vino italiano, che deve riportare la seguente dicitura: “IL VINO UCCIDE”.

 

Sono loro, con i provvedimenti irricevibili, che stanno uccidendo le Democrazie europee.

Per fortuna che, personalmente, non ho mai bevuto vino …

… ma il vino, sin dalla antichità, è un patrimonio di eccellenza alimentare e culturale della nostra Civiltà…

… e solo le assunzioni eccessive di cibo e bevande, possono portare a gravi danni alla salute …

 

Il FACETO

… ed allora, per concludere,

sempre a proposito delle farine, ho pensato scherzosamente tra me e me:

…” vuoi vedere che dopo tanti anni di “Grillo” e di “Vespa” in Tivvù, a breve ce li ritroveremo nei nostri piatti, senza saperlo e senza che nessuno di noi se ne accorga? ”

Ripeto, scherzo naturalmente!

Lo faccio solo per farvi sorridere un po’ …

 

In questa ora buia, anche un piccolo sorriso, diventa una sana e naturale medicina per il corpo e per la mente …

… ma non preoccupatevi … li rivedremo entrambi in Tivvù … ancora per molti anni …

… forse per decenni …

… eccome …

 

Non toccherà certo al nostro intestino digerirli …

… e, comunque, non dimenticate di conservare una bustina di Alka-Selzer … nello stipetto della vostra cucina …

… non si sa mai …

 

Buona vita a tutti …

 

A proposito… se alla fine di questa legislatura, i miei dubbi dovessero risultare eccessivi e se le “cose” dovessero andare diversamente, non avrò difficoltà ad ammetterlo e a farvelo sapere …

 

ROBERTO CHIAVARINI

Opinionista di Arte e Politica

One Reply to “L’Accettazione”

  1. Mario Vuodi ha detto:

    Bellissimo e interessantissimo articolo. Complimenti al Dr. Roberto Chiavarini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube