Il business dei ‘pollai’ per turisti a Gallipoli: in sei in 60 metri quadri

Economia & Finanza

Di

Duecento ragazzi stipati come sardine in appartamenti affittati in nero, disposti a pagare fino a 5.000 euro a settimana

AGI – Duecento ragazzi stipati come sardine in appartamenti affittati per lo più in nero, provenienti da ogni parte d’Italia e da diversi Paesi esteri, disposti a pagare dai 1.500 ai 5.000 euro a settimana di canone per ogni unità abitativa.

È quanto hanno scoperto gli uomini della guardia di finanza di Gallipoli in provincia di Lecce, nella nota località balneare salentina, tra baia Verde e lido San Giovanni, presa d’assalto ogni estate da migliaia di giovani in c cercano divertimento, notti brave, musica ad alto volume.

Trentanove gli appartamenti passati al setaccio, 212 i giovani trovati all’interno, in alcuni casi anche 10 persone in appartamenti piccolissimi di 60 mq. Sono al vaglio le posizioni dei singoli proprietari degli immobili con la possibilità dell’adozione di una ordinanza di sgombero coatto.

Le indagini sono in corso per stabilire tutti gli aspetti di ogni singola posizione, dall’evasione delle tasse, alle sanzioni da comminare per l’eccedenza delle presenze in ogni singolo immobile, alle carenze di natura igienico sanitaria. Sono stati allertati e sono intervenuti anche i tecnici comunali.

Foto © Agf  – Gallipoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube