Avanguardie artistiche del XX° secolo capolavori in mostra al palazzo Blu di Pisa

Toscana

Di

di Cristina Fontanelli

PISA – Dal 28 settembre 2023 le avanguardie artistiche europee del Novecento sbarcano al Palazzo Blu di Pisa, sede congeniale per questa nuova importante mostra autunnale di livello internazionale che raccoglie una selezionata serie di dipinti e sculture del XX° secolo; occasione unica per ammirare un originale corpus di capolavori assoluti provenienti dal Philadelphia Museum of Art, polo espositivo apprezzato dagli amanti dell’arte di tutto il globo. Promossa a cura di Matthew Affron, con la consulenza scientifica di Stefano Zuffi, l’iniziativa organizzata dalla Fondazione Palazzo Blu e Mondo Mostre, con il contributo di Fondazione Pisa, vuole emozionare il pubblico offrendogli la possibilità di contemplare dal vivo un ricco repertorio di opere che, punti di riferimento assoluti dell’arte europea del secolo scorso, hanno lasciato profonde tracce nella cultura d’ogni tempo. Fra gli artisti (mai esposti prima in questa sede), sono inclusi Chagall, Dalì, Duchamp, Kandinsky, Mirò, Picasso, geniali innovatori accomunati dalla volontà d’intraprendere inediti percorsi espressivi, utilizzando speciali tecniche e audaci soluzioni cromatiche, rompendo con la tradizione e opponendosi alla mediocrità culturale. All’esposizione del Palazzo Blu sono presenti ulteriori opere d’impatto realizzate dai poliedrici maestri Hans Jean Arp, Fernand Léger, Henry Matisse, Piet Mondrian, Paul Klee, Max Ernst, Juan Gris, attivisti di Movimenti culturali che hanno rivoluzionato l’arte (Cubismo, Dadaismo, Fauvismo, Surrealismo, Astrattismo, e via dicendo).

Emblematicamente, la mostra si apre con un autoritratto giovanile di Pablo Picasso, che nel 1906, all’età di venticinque anni, in un dipinto ad olio, raffigurò se stesso a mezzo busto, nell’atto di rimboccarsi le maniche e con una tavolozza in mano, forse per riaffermare inconsciamente la propria identità e per esprimere una concezione estetica in divenire (in questa fase non era ancora presente il suo tipico linguaggio cubista). In un percorso cronologico, fra arte figurativa e astratta, le opere presenti sono accompagnate da istallazioni multimediali, visive e sonore, che consentono di collocarle meglio nella sequenza degli eventi storici e culturali avvenuti dalla fine della Belle èpoque, fino allo scoppio della seconda guerra mondiale. Al Palazzo Blu, l’evento coincide con la conclusione d’un importante intervento di rinnovamento degli spazi, dell’illuminazione e degli impianti dell’antico edificio situato nel centro storico cittadino, a pochi passi dal palazzo comunale. Allestita nel nobiliare edificio pisano (ingresso dal Lungarno Gambacorti 9), la nuova esposizione al Palazzo Blu è visitabile dal 28 settembre 2023 al 7 aprile 2024, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle 19; mentre sabato, domenica e festivi, orario è 10/20.

Per maggiori info visitare il Sito  www.palazzoblu.it

di Cristina Fontanelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube