Arrestato il detenuto evaso da un carcere della Pennsylvania

Mondo

Di

Danelo Cavalcante, brasiliano accusato di omicidio, era stato protagonista di una fuga rocambolesca. Braccato da una task force di 500 agenti

AGI – È stato arrestato dalla polizia americana Danelo Cavalcante, omicida brasiliano giudicato “estremamente pericoloso”, fuggito due settimane fa in maniera rocambolesca da una prigione della Pennsylvania. Lo hanno annunciato le forze dell’ordine locali, precisando che più avanti ci sarà una conferenza stampa.

<

>

Cavalcante era stato visto nelle ultime ore a sud del comune di Coventry e le forze dell’ordine avevano chiesto alla popolazione della zona di chiudere le proprie case, attività commerciali e proprietà e di chiamare i servizi di emergenza se lo avessero localizzato.

Immagini diffuse dai media lo mostravano ammanettato con le mani dietro la schiena prima di essere caricato su un camion della polizia e con indosso abiti diversi da quelli che indossava nelle ultime fotografie ufficiali.

Cavalcante, 34 anni, è evaso il 31 agosto dal carcere della contea di Chester a Pocopson Township, nel sud-est della Pennsylvania. Lì aspettava di essere trasferito in una prigione statale dopo essere stato condannato il 22 agosto per aver ucciso la sua ragazza, Deborah Brandao, nell’aprile 2021 nella casa che condividevano.

L’uomo era ricercato anche per un caso di omicidio in Brasile risalente al 2017. Almeno mezzo migliaio di agenti di polizia erano alla ricerca del fuggitivo, in un’operazione alla quale hanno partecipato truppe della Polizia di Stato della Pennsylvania, dei Federal Marshals, del Federal Bureau of Investigation e del Bureau of Alcohol, Tobacco, Firearms and Explosives.

Nel corso dell’operazione è stata arrestata anche la sorella. Nella fuga l’uomo aveva rubato un furgone bianco che poi aveva abbandonato. Il fuggitivo è scappato dal carcere arrampicandosi tra due muri del cortile. In un video si vede l’uomo appoggiare le braccia e le gambe su entrambi i lati delle pareti e avanzare poco a poco fino a scomparire dall’inquadratura.

foto

© RYAN COLLERD / AFP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube