Il rap della regina Letizia di Spagna [VIDEO]

Mondo

Di

La sovrana recita un testo di un noto rapper per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla salute mentale, nella giornata internazionale dedicata al benessere emotivo, psicologico e sociale

AGI – La regina Letizia di Spagna ha recitato un testo rap per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla salute mentale, nella giornata internazionale dedicata al benessere emotivo, psicologico e sociale. “Faccio quello che posso, arrivo fino a quello che riesco e non è salutare che mi si chieda così tanto”: sono le parole del rapper spagnolo Domingo Antonio Edjang, detto El Chojin, con cui la sovrana ha iniziato il suo discorso in un evento istituzionale a Madrid per la Giornata Mondiale della Salute.

>

“Non mi verrebbe in mente di provare a rappare, ovviamente per rispetto verso gli artisti di questo genere. Ma se nei titoli dei media, questo pomeriggio o domani, la regina parlasse di salute mentale, rappando tra virgolette, penso che sarebbe un buon modo per riportare l’attenzione su una questione cosi’ importante e seria come questa”, ha sottolineato Letizia di Spagna, in occasione di un evento intitolato ‘Salute mentale, salute globale: un diritto universale’.
Accompagnata dal ministro della Sanita’ spagnolo ad interim, Jose’ Minones, e dal presidente della Confederazione spagnola della salute mentale, Nel Gonza’lez Zapico, la regina ha sottolineato che senza salute mentale “non c’e’ speranza e si spegne ogni intenzione di vivere in pienezza”. Inoltre la moglie del re di Spagna, Filippo VI, ha chiesto maggiori investimenti nella salute mentale, perche’ l’aumento delle risorse e’ “la garanzia per un futuro piu’ prospero ed equo” per tutte le persone. Ha poi riconosciuto che “tutti abbiamo limiti, sfiducia e insicurezze”, motivo per cui “abbiamo bisogno di strumenti per affrontare la vita”. Secondo lei, per interventi mirati e di successo, le istituzioni e la societa’ devono ascoltare chi soffre di problemi di salute mentale, per “sapere dove agire” affinche’ “i diritti delle persone con patologie mentali non siano ulteriormente violati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube