Forum Sanità 2023, avanza l’innovazine sostenibile della sanità, si acceleri su AI e telemedicina

Ambiente & Salute

Di

Primo giorno di FORUM Sanità, l’evento del Gruppo DIGITAL360 dedicato all’innovazione sostenibile del sistema sanitario

 

Roma- Grazie all’impulso del PNRR, in Italia avanza l’innovazione digitale e sostenibile della Sanità. Ora è il momento di accelerare su telemedicina e AI, elementi centrali per l’evoluzione digitale, ma anche organizzativa, in ambito sanitario. È quanto evidenzia l’analisi diffusa nel primo giorno di FORUM Sanità 2023, l’evento del Gruppo DIGITAL360 dedicato all’innovazione sostenibile del sistema sanitario, in programma oggi e domani a Roma al THE HUB LVenture GROUP. Due giorni di confronto tra professionisti e esperti provenienti da enti, aziende, ordini e collegi, associazioni, università e istituti di ricerca, società in-house delle regioni e startup, su obiettivi, sfide e opportunità del processo di innovazione organizzativa e digitale in sanità.

Ad oggi, la Missione 6 Salute è sostanzialmente in linea rispetto alle tempistiche previste dal PNRR. Sono state raggiunte il 73% (32 in valore assoluto) delle 44 milestone della Missione e il 35% (20 in valore assoluto) dei 57 target previsti al 2026: complessivamente il 51% degli obiettivi fissati dal PNRR (elaborazione su dati del Ministero della Salute). Conseguito oltre il 90% dei target e milestone che erano fissati a giugno 2023, i restanti (tutti di rilevanza nazionale) sono stati riprogrammati a fine anno. In particolare, all’interno della Componente 1 (M6C1-Reti di prossimità) è stata spostata a dicembre 2023 la scadenza per tre target dell’investimento “Casa come primo luogo di cura e telemedicina” relativi alle Centrali operative territoriali (COT), tra cui la stipula del contratto per gli strumenti di intelligenza artificiale a supporto dell’assistenza primaria. Era invece già fissata a fine anno la scadenza per la realizzazione di almeno un progetto di Telemedicina per Regione, sempre all’interno della Componente 1. Per la Componente 2 (M6C2-Innovazione) è stata spostata a dicembre 2023 la scadenza per la procedura di iscrizione ai corsi di formazione manageriale del personale sanitario.

Passando ad analizzare la Missione 1 per la digitalizzazione della PA, il Dipartimento per la Trasformazione Digitale registra che quasi 9 enti sanitari pubblici su 10 (aziende ospedaliere pubbliche o ASL) stanno lavorando ad almeno una delle misure previste. Sono, infatti, circa 200 (l’86% di quelli target) gli enti sanitari pubblici assegnatari dei finanziamenti, per un investimento complessivo di 294 milioni di euro, il 12% dell’intera quota già attribuita o erogata per la digitalizzazione della PA. Le adesioni riguardano principalmente interventi che impattano sulla gestione del materiale informativo sensibile di cui dispongono le strutture sanitarie: infrastrutture digitali (191 enti coinvolti, l’81% della platea degli enti sanitari, per un totale di 119 milioni di euro) e migrazione al Cloud (196 enti, l’83%, per un totale di 154 milioni di euro).

“Per definire un sistema sanitario innovativo servono visione responsabile, ridisegno di tecnologie, regole e processi, nuovi comportamenti e nuove competenze – afferma Mariano Corso, Presidente di P4I- (foto copertina ) Partners4Innovation, società del Gruppo DIGITAL360, e Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Sanità Digitale Politecnico di Milano -. Siamo entrati in una fase cruciale per il PNRR, in cui sono state create le basi per lo sviluppo di strumenti e infrastrutture, ma l’impatto concreto deve ancora manifestarsi e richiederà un lavoro profondo di formazione e change management per spingere all’adozione di nuovi strumenti e comportamenti. Proprio in questa fase è necessario quindi mantenere alta l’attenzione e promuovere la collaborazione tra i diversi livelli del sistema sanitario. FORUM Sanità è l’occasione per un confronto con tutti gli attori che hanno un ruolo attivo in questa fase dell’implementazione degli interventi del PNRR”.

“La sanità italiana vive un momento di grandi opportunità e di grandi sfide – dice Gianni Dominici, Amministratore Delegato di FPA -. Siamo a circa metà del percorso del PNRR e in una situazione di sostanziale allineamento, con alcuni importanti target da completare entro l’anno che riguardano tra l’altro un tema fondamentale, quello dell’assistenza territoriale, di cui le COT, le Centrali Operative Territoriali, saranno un pilastro. La telemedicina, l’intelligenza artificiale sono la base per attivare nuovi modelli di assistenza e cura sui territori e per rendere sostenibile il sistema sanitario. A FORUM Sanità siamo impegnati a connettere i diversi soggetti impegnati in questo percorso, abilitando il dialogo tra enti centrali, regioni, aziende sanitarie e imprese innovative, mettendo a sistema le migliori esperienze, le buone pratiche e gli strumenti esistenti”.

Cuore pulsante di FORUM Sanità sono gli Scenari, format destinati alle visioni strategiche che interessano la salute globale e coinvolgono vertici pubblici e privati, dedicati a Connected Health, FSE, Ospedali del futuro, valorizzazione dei dati sanitari e competenze al centro dell’innovazione tecnologica nella sanità. Domani, si terrà la cerimonia di premiazione per l’8ª edizione del Premio FORUM Sanità, il riconoscimento dedicato alle buone pratiche e ai progetti di innovazione sviluppati nelle strutture pubbliche e private del Servizio Sanitario Nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube