“Sanremo la serata delle cover”

Eventi, Musica & Spettacolo

Di

Una serata da record come gli ascolti, ben 67 percento era dal 1987 che non si registravano così tanti ascolti. Lo scrivo dopo la gaffe con Travolta mi sono ricreduto. Ieri la parola d’ordine è stata la musica e le canzoni. Un emozionante serata che è stata un po’ rovinata dalla classifica delle cover che ha visto vincitore Geolier insieme ai rapper Luche e Gue Pequeno e il cantante Gigi d’Alessio.

Con tutto il rispetto per Geoli, ma il primo posto era di Angelina Mango, che con la sua canzone, “La rondine” una canzone che fu cantata da suo padre, Pino Mango andato via troppo presto. Per Angelina Mango non esistono parole per descrivere quanta emozione ha portato a tutti applausi. Parliamo degli ospiti, Lorella Cuccarini è puro show e fa ballare e divertire tutto l’Ariston, divertenti le gag con Fiorello in veste di artista spagnolo, poi sul palco ecco che arrivano le attrici Margherita Buy e Elena Sofia Ricci a presentare il film “volare”.

Amadeus applaudito come ogni sera presenta i cantanti. Standing ovation per Roberto Vecchioni e Alfa, Irama e Riccardo Cocciante non sono di meno. L’Ariston balla con la Mannoia e Gabbani che riportano il festival al 2017. I Ricchi e poveri e Paola e Chiara divertono con le loro medley dei loro successi più famosi. Il motociclista Pecco Bagnaia presenta Ghali che rende omaggio a Toto Cutugno. Omaggio a Lucio Dalla da parte di Mahmood. Standing ovation per le farfalle olimpiche che si esibiscono tra le musiche di Mr. Rain e dei gemelli diversi. I the Kolors riportano sul palco Umberto Tozzi. Fred de Palma e gli Effel 65 infiammano il pubblico con le loro musiche più famose de-ba-de-ba de. Annalisa e Gaia non sono da meno così come Rose Villain che canta insieme a Gianna Nannini. Clara e Ivana Spagna insieme ai ragazzi e ragazze delle voci bianche del teatro regio di Torino portano la musica del Re Leone sul palco. Insomma una serata che verrà ricordata nella storia dei festival e nella storia della musica italiana e mondiale.

Da segnalare la lettera degli agricoltori letta da Amadeus, siamo tutti con gli agricoltori e il ritorno dopo ben 27 anni sul palco dei Jalisse finalmente si risente la loro musica “fiumi di parole”. Ora la serata finale per concludere il Festival dei record.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube