Al via i lavori del comitato organizzatore del congresso Ciesm 2024

Sicilia

Di

Sarà la prof.ssa Nunziacarla Spanò Dir. ChiBioFarAm dell’Università di Messina ad aprire il Panel dedicato agli “Stretti” del Mediterraneo, con una relazione sullo Stretto di Messina.

Si sono svolte nei giorni scorsi a Palazzo dei Normanni a Palermo le riunioni del comitato organizzatore del Congresso CIESM 2024, il più importante incontro di esperti del Mar Mediterraneo e del Mar Nero che si terrà nel capoluogo siciliano dal 14 al 18 ottobre p.v.

Il comitato del 43° Congresso CIESM presieduto dalla prof.ssa Nunziacarla Spanò Direttrice del Dipartimento di Scienze Chimiche, Biologiche, Farmaceutiche ed Ambientali dell’Ateneo messinese e componente del comitato scientifico esperti ambientali dell’Unesco è composto dai proff.ri Gioele Capillo Ricercatore Senior in Zoologia presso il Dipartimento di Scienze Chimiche, Biologiche, Farmaceutiche ed Ambientali dell’Università degli Studi di Messina;  Serena Savoca ricercatrice Senior in Ecologia Dipartimento di Scienze Chimiche, Biologiche, Farmaceutiche e Ambientali Università di Messina;  Carmelo Iaria ricercatore Senior in Patologia Veterinaria presso il Dipartimento di Scienze Chimiche, Biologiche, Farmaceutiche e Ambientali Università di Messina;  Marco Albano Ricercatore in Zoologia presso il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università degli Studi di Messina; dal prof. Renato Chemello professore ordinario di Ecologia all’Università di Palermo, coordinatore del corso di laurea in Scienze della natura e dell’ambiente Unipa e dalla prof.ssa Maria Violetta Bruno, Delegata del Rettore per l’Orientamento in Ingresso, Università degli Studi di Catania.

Fanno parte del Comitato Organizzatore anche la Dott.ssa Teresa Romeo, Direttrice del Sicily Marine Centre, Stazione Zoologica Anton Dorhn e il Dott. Silvio Greco, Consigliere di Amministrazione della Stazione Zoologica Anton Dorhn.

Sarà proprio la messinese prof.ssa Nunziacarla Spanò ad aprire il Panel dedicato agli Stretti in Mediterraneo sottolineandone l’importanza fisica, ecologica, economica, strategica, legale e politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube