fbpx

A Martina nasce il Wedding per stranieri per far conoscere la nostra terra

Puglia

Di Roberto De Giorgi

Grazie a una imprenditrice toscana nasce in Puglia, a Martina Franca, uno straordinario modello di Wedding rivolto al 99% agli stranieri per far assaporare, enogastronomia, cultura e paesaggio.

Abbiamo chiesto a Martina Batzu Senior Planner, osservando il sito ho notato alcune caratteristiche dei matrimoni anglosassoni, più classe e meno caciaroni, come nasce questa scelta?

 

Prima di avviare la mia agenzia, ho avuto esperienze nel settore enologico e alberghiero, che mi hanno portato a viaggiare in molti paesi del mondo per promuovere l’eccellenza pugliese e italiana.

Sommelier per passione e grande appassionata del buon cibo e vino, prediligo offrire ai miei gruppi di matrimonio un’esperienza autentica durante il soggiorno, come cooking class o wine/olive oil tasting.

 

Dalla Toscana alla Puglia, non è solo mutamento di paesaggio, è scelta per qualcosa di più, forse…

Sono nata in Toscana ma credo molto nel territorio in cui vivo da più di 15 anni, ricco di bellissimi

paesaggi, antiche tradizioni, storia, arte, eccellente cibo e vino. Qui è nato mio figlio, in una regione, la Puglia, in continua ascesa a livello turistico.

A differenza di altri modelli di wedding, noto un servizio completo che cura anche l’aspetto dell’organizzazione della funzione religiosa, come avviene?

 

Ho sempre messo a disposizione del Comune di Martina Franca, dove attualmente risiedo, il mio bagaglio di esperienze vissute in altre regioni, dove il destination wedding e i riti legalmente validi fuori dalla casa comunale si fanno da molti anni. 

Sono stata ascoltata e adesso le belle strutture locali che hanno fatto richiesta sono state ufficialmente autorizzate come sede comunale distaccata per riti civili.

Turismo, cibo, mare, ecc sono ingredienti che entrano prepotentemente nell’organizzazione dell’evento, questo gli stranieri lo apprezzano?

 

Con grande soddisfazione, ho organizzato matrimoni multiculturali per sposi provenienti da molto lontano: Australia, India, Iran, Stati Uniti D’America, con esigenze molto diverse e desideri talvolta non facili da esaudire, talvolta con la presenza di personalità importanti come ospiti, ma sono sempre riuscita ad ottenere il risultato che era stato prefissato, la massima soddisfazione degli sposi, grazie alla sinergia di un team determinato e compatto, che lavora con passione, mettendo a disposizione tutte le energie possibili per garantire la riuscita dei loro festeggiamenti!

 

Quello che appare è la promozione del nostro territorio rivolto a una utenza per lo più straniera, questo spiega anche il nostro interesse come testata meridionale, come è nata questa idea?

Faccio un lavoro bellissimo: organizzare matrimoni per sposi stranieri che scelgono l’Italia e la Puglia per il loro giorno più bello. La mia soddisfazione è naturalmente arricchita dal fatto di poter contribuire in maniera pratica allo sviluppo dell’economia locale, in quanto i gruppi di ospiti dei matrimoni che arrivano da paesi lontani hanno necessità di numerosi servizi che prenoto per loro in loco. In breve, una forte sinergia tra gli sposi, me e i fornitori di servizi come fattore determinante per la riuscita degli eventi!

Dal matrimonio al turismo, cosa chiede alle autorità locali? 

 

La mia speranza è che, come i miei sposi e i loro ospiti credono nella bellezza di questa magnifica terra, percorrendo viaggi lunghissimi per venire a celebrare le nozze qui, tutti i cittadini e le autorità locali facciano altrettanto, mettendo il massimo impegno per accogliere il turismo in maniera adeguata, facendo sentire i visitatori a casa come da buona tradizione italiana, mantenendo le strade pulite con piccole accortezze che nulla costano ma pagano tantissimo in termini di visibilità e benessere generale. Viva le sinergie, tutti uniti, si arriva lontano!

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE