fbpx

A proposito della Luna rossa

Arte, Cultura & Società

di Roberto Chiavarini

PREMESSA La luce del Sole, è bianca perché contiene tutti i colori “mescolati” nello stesso raggio; ogni colore si sposta con onde più o meno ampie.

Quando la luce entra nell’atmosfera terrestre, si “scontra” con i gas dell’aria: i colori con onde più lunghe (il rosso, ad esempio), “scavalcano” le particelle dell’aria e continuano il loro tragitto.

L’azzurro, invece, ha onde più corte: si scontra con le particelle ed è deviato e riflesso in tutte le direzioni.

Così, ovunque si guardi, i suoi raggi arrivano ai nostri occhi e “colorano” di blu il cielo.

Ecco perché il cielo ci appare di colore azzurro. (fonte internet)

LA LUNA ROSSA
E grazie a questo fenomeno che la vita sullaTerra, diventa una fantastica “Tavolozza di colori” che, in realtà, non esistono.

Vediamo il cielo azzurro invece di nero, perchè “qualcuno” ha voluto irradiarci di questa bellezza.

E da lì, in una straordinaria sequenza di combinazioni, tutto il mondo si colora in maniera fantastica.

E l’Artista, ne ha approfittato per interiorizzare quei fenomeni e tradurli in opere d’Arte. A cosa serve la Luna?

Difficile dirlo, da qualsiasi punto di vista si tenti di dare una risposta “Filosofica” o “Fisica” a questa domanda.

La Letteratura e la Poesia, diversamente, hanno attinto a piene mani sul tema legato alla Luna.

Certo è, che la Terra messa a confronto della Luna, ci conferma che noi umani, viviamo biologicamente in un Paradiso terrestre.

Ma poi la Luna ci ricorda anche, con molta crudezza, che oltre alla vita sulla terra, non c’è nulla, solo materia, che messa lì, sopra le nostre teste, diventa un “Bene Comune”, del quale nessuno ne potrà diventare mai il padrone.

Perché quello che accumuliamo con bramosia sulla terra, è solo effimero. Un Dio ha fatto della Terra, un Teatro a scena aperta, dove ognuno di noi possa recitare la propria parte.

Ed è bene che ogni interprete, sappia della responsabilità che assume dalla recitazione del proprio copione, che gli è stato affidato dal Destino.

E che così sia, lo comprendiamo dalle parole che pronunciò l’Astronauta BUZZ ALDRIN.

“Nella mia mente sono rimaste una serie di immagini visive delle cose più strane e lontane dalla normalità terrestre.

Ricordo il cielo nero come la pece, la desolazione della superficie lunare.”

Come primo passo verso la conquista del “Cosmo”, mi sembra un po’ poco.

Forse sarebbe meglio scoprire le dinamiche del “Microcosmo”, che si sviluppa sulla Terra, prima di fare il passo più lungo della gamba.O no?

E a questo proposito, valgono le parole di un altro Astronauta, NEIL ARMSTRONG:
“Ci sono solo due problemi da risolvere quando si va sulla luna: il primo, come arrivarci; il secondo, come tornare indietro.

La chiave sta nel non partire prima di aver risolto entrambi i problemi.”

Ed io aggiungo: e prima ancora, bisogna risolvere, anche e soprattutto, i problemi che affliggono l’Umanità su questa Terra.

Bando alle riflessioni, oggi, più semplicemente, sarebbe meglio gratificarci d’esser stati i Testimoni di un Evento Straordinario, pensando alla luna rossa del 26 e 27 aprile 2021, il cui fenomeno astrofosico, si ripeterà solo nel 2113.

Spero solo di non essere in vacanza in quel periodo.

E comunque, voglio concludere sarcasticamente: la Luna, quantomeno, ha avuto il coraggio di diventare rossa, al contrario di “certi” uomini di Potere, che tentano ogni giorno di assoggettare il Popolo. Il Popolo Sovrano!

E come disse ultimamente un noto Politico, si diventa rossi in volto solo per due motivi: o per la vergogna o perché “soffocati” dagli “Eventi”.

Per usare le parole di Fra’ Cristoforo, noto personaggio Manzoniano: ” perché Giorno verrà “.

Attenti. La Democrazia, è il vero “BENE COMUNE”, che ogni Individuo ha il “DOVERE” di tutelare.

Con tutte le sue forze.

Perché i “destini” del mondo, non possono ricadere solo e soltanto sulle spalle larghe degli Uomini “Giusti”.

ROBERTO CHIAVARINI
Opinionista di Arte e Politica.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YouTube