fbpx

Austria, confinamento chi rifiuta l’inoculazione del siero contro il coronovirus

Attualità & Cronaca

L’Austria passa alle vie di fatto: inizia la campagna vaccinale anti-covid per i bambini tra i 5 e i 12 anni dopo avere costretto al confinamento chi rifiuta l’inoculazione del siero contro il coronovirus dalla mezzanotte di domenica.

I due provvedimenti adottati da Vienna sono i più drastici rispetto a quelli degli altri Paesi dell’Unione Europea. Per il governo austriaco si tratta di una controffensiva intesa a bloccare l’impennata virale d’autunno.

L’Austria ha finora vaccinato circa il 65% dei suoi 9 milioni di abitanti, di poco al di sotto della media europea attestata al 67%.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE