fbpx

Barcolana: Regione, afflusso turisti conferma attrattività Fvg

Sport & Motori

TRIESTE – L’afflusso di turisti e di visitatori a Trieste in occasione della Barcolana è un chiaro segnale sia
della volontà di ritornare alla normalità dopo le fasi più complesse della pandemia sia dell’attrattività del capoluogo
regionale e dell’intero Friuli Venezia Giulia anche attraverso i grandi eventi che vi vengono organizzati.

E’ questo, in sintesi, il messaggio lanciato dal governatore del Friuli Venezia Giulia durante la sua visita al Villaggio
Barcolana, allestito sulle rive di Trieste in occasione dell’edizione 2021 della regata più affollata del mondo, che ha
calamitato l’attenzione di un significativo numero di appassionati di vela e non solo.

Dopo aver visitato la nave Dattilo, ormeggiata nel capoluogo regionale, il governatore ha espresso la gratitudine dei
cittadini e delle istituzioni del Friuli Venezia Giulia agli uomini e alle donne che prestano servizio nella Guardia Costiera
e sono impegnati sia nell’importante e quotidiana azione di salvaguardia della sicurezza in mare sia nella tutela
dell’ambiente marino e costiero.

La visita agli stand dei Comuni di Monfalcone e Duino Aurisina, assieme al presidente della società velica Barcola e Grignano, ha fornito l’occasione al presidente del Friuli Venezia Giulia per rimarcare il ruolo fondamentale svolto dalle amministrazioni locali nella promozione del territorio attraverso progetti innovativi che coniugano lo sviluppo turistico economico con la tutela delle tradizioni e della cultura locali.

La presenza all’interno del villaggio Barcolana anche dello stand dell’Irccs Burlo Garofolo ha invece fornito al governatore l’occasione per sottolineare l’importanza della collaborazione tra realtà medico-scientifiche e mondo del volontariato, che ha consentito di dare vita a iniziative di grande rilevanza in svariati settori, dal sociosanitario alla disabilità.

Nello specifico al governatore è stato presentato il Progetto Mindfulness, sviluppato dal Burlo attraverso la Divisione di
Neuropsichiatria infantile con la collaborazione dell’associazione Credere ci rende infiniti e di finanziatori privati, che punta a individuare un metodo efficace e scientificamente sperimentato da utilizzare per la cura dei ragazzi senza l’utilizzo di farmaci.

Nell’ambito di tale iniziativa sono state organizzate uscite in mare sulla New Zeland Endeavur, che ha vinto il giro del mondo 93/94, con un equipaggio del quale fanno parte ragazzi in cura al Burlo Garofolo o che aspettano di entrare in ospedale, assieme a ragazzi disabili appartenenti ad alcune associazioni del Friuli Venezia Giulia.
 
Infine, il governatore ha visitato lo stand de Il Piccolo ed è stato ospite della press room allestita da PromoTurismoFVG, dalla quale ha sottolineato la rilevanza di un’azione di promozione coordinata dal territorio attraverso le sue tipicità ed
eccellenze intesi in senso ampio. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE