fbpx

Bari – Occorre altro per l’obiettivo finale

Sport & Motori

Della gara contro la Fidelis Andria non son passati inosservati due punti cardine: il primo è quello che i fantasmi dello scorso campionato sono riemersi sul San Nicola in tutti i loro nitidi rispetti, con errori di qualcuno, solite ammonizioni di altri e i tradizionali giochi a vuoto nel mezzo del campo da parte di altri ancora. Il secondo è che Polito ha dimostrato di aver azzeccato, fino adesso, tutti i “nuovi” arrivati. D’Errico ha convinto più di tutti, un centrocampista capace di trascinare la squadra e prenderla per mano, un ruolo che mancava a Bari da decenni (Laribi, l’ultimo, ha fallito), Belli, sia pur con un po’ di ruggine, ha dimostrato di saperci fare sulla fascia, Cheddira nello spazio di tempo in cui ha giocato, ha dimostrato la sua pericolosità beccando un palo e andando vicino al gol con un colpo di testa parato dal portiere con difficoltà, dimostrando che su di lui si può fare affidamento. Anche lo stesso Botta, sia pur con estrema cautela, ha fatto vedere che il piede buono ce l’ha, certo un po’ troppo poco per giudicarlo, ma la sua qualità si è intravista. Forse il solo Mazzotta non ha convinto a pieno ma diamogli tempo.

Polito sa perfettamente che cambiar pelle alla squadra è un esercizio non facile a causa di giocatori presenti in rosa senza mercato e con contratti onerosi da rispettare, e ormai il tempo per acquisti e vendite sta per scadere, occorre far presto a quadrare il cerchio. Del resto i casi che potrebbero accadere sono tre: o i sei vengono ceduti, anche in prestito, o rimangono a Bari fuori rosa, o viene loro rescisso il contratto con un ulteriore esborso di denaro e sappiamo che mai come quest’anno la società è particolarmente attenta alle spese in quanto girano pochi soldi. Da segnalare timidi affacci in società del Monterosi Tuscia per Bolzoni, della solita Pistoiese ed il Monopoli per Hamlili e del Cesena per Terrani.

Dopo quel che si è visto riteniamo che occorrano come il pane almeno due difensori centrali di spessore e rapidi, almeno due centrocampisti, due ricambi per Mazzotta e Belli e, forse, anche un attaccante. Sappiamo che sarà difficile ma per l’obiettivo prefissato dalla società, crediamo che le operazioni di mercato siano assolutamente indispensabili.

Massimo Longo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE