fbpx

Brexit: accordo tra Juncker e Johnson. Ostacoli nel parlamento

Trovata l’intesa a Bruxelles, permangono le difficoltà nel parlamento inglese dove Corbyn ed i nordirlandesi sono contrari all’uscita dai 27.

Senza categoria

Boris Johnson ha raggiunto un accordo con Juncker che sarà sottoposto oggi pomeriggio all’approvazione dei capi di stato. Da quel lato non sono previsti problemi e ostacoli di sorta. Le difficoltà risiedono tutte nel parlamento londinese dove all’opposizione dei laburisti, guidati da Corbyn, si somma la posizione negativa dei nordirlandesi, i cui dieci parlamentari appoggiano normalmente i conservatori di Boris Johnson, ma sono contrari all’uscita dell’Inghilterra dall’unione dei 27. Se il parlamento britannico non dovesse, com’è probabile, approvare l’attuale intesa si aprono scenari assolutamente imprevedibili sull’evoluzione della da sempre intricata vicenda.

Johnson, va riconosciuto, ha messo in rete un significativo punto in questa partita, ma il risultato finale è ancora tutto da scrivere. Il 31 ottobre si avvicina a gran passi e fra non molto le posizioni saranno più chiare, per quanto possano esserlo in uu mondo che tra sovranismi vari e personaggi complessi e dalla politica tortuosa come Putin e Trump, e qualche altro dittatorello minore, ma non per questo meno pericoloso come Erdogan, Netaniau, Kim Jong-un e Bolsonaro, la stabilità e sicurezzza di questo continente e del mondo intero sono sempre più in forse. 

Gianvito Pugliese -Caporedattore centrale


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE