fbpx

Buy now pay later – compra ora, paghi dopo

Attualità & Cronaca

Il Buy Now Pay Later (abbreviato BNPL), è un metodo di finanziamento che permette di pagare a rate gli acquisti online, senza interessi. Un trend in forte ascesa in tutto il mondo, specialmente tra i millennials e la generazione Z che vogliono comprare, ma non hanno abbastanza soldi. In Italia il mercato non è ancora maturo, ma tantissime aziende, seguendo la crescita a livello internazionale, hanno iniziato a offrirlo ai propri clienti.

Hai trovato su un sito di e-commerce quel paio di scarpe che cercavi da moltissimo tempo. Finalmente! Ma c’è un problema: il costo è un po’ proibitivo, e questo mese toglierti tutti quei soldi dal conto non è proprio il caso. Spinto dall’emozione decidi di mettere il prodotto nel carrello virtuale. Lasciandolo lì, pronto per essere acquistato, in tempi migliori. E’ in quel momento che l’occhio cade su un nuovo pulsante, che prima non avevi visto: “paga le tue scarpe a rate senza commissioni!”.

Proprio così. Attraverso la convezione stipulata tra l’esercente e la società di riferimento per i pagamenti, puoi comprare quel paio di scarpe in 3, 4, 6 rate, in base alle tue esigenze, quasi sempre senza interessi.

COS’E’ IL BUY NOW PAY LATER (COMPRA ORA, PAGHI DOPO)

Il Buy Now Pay Later è un finanziamento a breve termine, nella maggior parte dei casi senza tassi di interesse, che permette al consumatore di effettuare un acquisto on-line e pagarlo a rate. E’ un metodo di pagamento sempre più diffuso e presente sulle piattaforme di e-commerce, con lo scopo di incentivare gli acquisti e di offrire delle soluzioni di pagamento più flessibili. E’ una comoda, e più accessibile, alternativa alla carta di credito e in alcuni casi anche più conveniente visto che quasi ogni società che si occupa di questi servizi non applica interessi o commissioni.

COME FUNZIONA IL BUY NOW PAY LATER

I differenti programmi di BNPL si differenziano in base ai termini e condizioni delle singole aziende che offrono il servizio, ma tendenzialmente operano secondo delle linee guida simili tra loro.

Si effettua un acquisto su un sito convenzionato, e al momento del pagamento si può scegliere se corrispondere la cifra subito o pagare più tardi o a rate, secondo le modalità descritte nelle condizioni.
Se il pagamento è approvato viene prelevato un piccolo acconto – una percentuale dell’importo complessivo – e il residuo viene scalato in una serie di rate.

Ci sono diversi metodi di pagamento, anche tramite assegno o bonifico, ma il più diffuso è quello automatico sulla carta di credito, di debito o dal conto corrente bancario (in base alla scelta effettuata in fase di iscrizione al servizio).

Per poter utilizzare questa modalità occorre registrarsi al sito di riferimento dell’operatore che eroga il servizio, creare un account e associare il metodo di pagamento. Sono accettate le principali carte di credito e di debito.

Nella maggioranza dei casi non sono previsti interessi o commissioni, ma attenzione: in caso di ritardato o mancato pagamento, sono spesso previste delle piccole penali o commissioni fisse.

I PRINCIPALI SERVIZI DI BUY NOW PAY LATER ATTIVI SUL MERCATO

Sono diverse le società che offrono questi servizi di Buy Now Pay Later e tantissime sono le attività e-commerce convenzionate, dai negozi più piccoli alle grandi catene.

KLARNA

Klarna è una fintech svedese tra le più importanti in Europa. Offre la possibilità di pagare in 3 rate, senza interessi o commissioni. In caso di ritardato pagamento la penale varia in base al costo del prodotto acquistato (muta tra i 3 e gli 8 euro).

AFTERPAY

Afterpay, inizialmente australiana, è stata acquistata dalla piattaforma di pagamento digitale statunitense Square per 29 miliardi di dollari! Permette di pagare in quattro rate, senza interessi. In caso di ritardato pagamento, dopo 24h, viene addebitata la cifra di 8 dollari come commissione, e dopo 7 giorni altri 8 dollari, e così via.

SCALAPAY

Scalapay è stata fondata recentemente, nel 2019, dall’italiano Simone Mancini, e ha già raggiunto una valutazione di 700 milioni. La soluzione che ha sviluppato consente agli acquirenti di acquistare subito e pagare in tre rate, senza interessi. La penale in caso di ritardato pagamento è di 6 euro dopo le 24h, e di ulteriori 9 euro dopo 9 giorni. Il costo totale delle commissioni, tuttavia, non può superare il 15% del valore totale del prodotto acquistato (al contrario di altre piattaforme che arrivano al 25%).

ALTRI SITI

E’ possibile utilizzare anche altre piattaforme, ma sono solo in lingua inglese. Tra le varie abbiamo: “Affirm“, che permette la dilazione anche in 12 mesi (in questo caso è previsto un piccolo tasso di interesse); “Sezzle” che permette di dilazionare il pagamento in 4 rate, ognuna del 25% del valore totale, senza interessi; “Four“, che permette di pagare in 4 rate ogni due settimane, senza interessi.

QUAL E’ IL MODELLO DI BUSINESS DI QUESTE PIATTAFORME?

I pagamenti per gli acquisti in Buy Now Pay Later sono gestiti da banche e da società finanziare. Offrono un servizio agli esercenti, ma non solo.

Queste aziende si fanno carico del costo di dilazione del pagamento, per lo più senza chiedere interessi, e non meno importante si fanno carico del rischio di credito. Non a caso la maggior parte di questi servizi non chiede costi all’utente finale, come tassi di interesse o fee una tantum. Queste fintech, quindi, su cosa basano il loro business?

La prima fonte di reddito è la quota che paga il venditore al servizio finanziario per offrire ai clienti la possibilità di pagare dilazionato. Di solito questa cifra varia in base agli accordi commerciali: può essere una quota fissa, oppure una percentuale variabile rispetto all’importo del prodotto venduto. Questa forma semplificata si applica principalmente nei casi in cui viene splittato il pagamento, per delle cifre sotto una certe soglia, e non nel caso in cui venga aperta una vera e propria finanziaria.

Atri operatori, al contrario, applicano un tasso di interesse. In questo caso, per differenziarsi dai competitor che escludono questi costi, offrono dei servizi ancora più personalizzati, ma allo stesso tempo semplici e agili da acquistare online, a differenza dei metodi tradizionali.

Un’altra voce di ricavo per i fornitori del servizio è quella relativa alle penali di ritardato pagamento. Queste sanzioni, infatti, sono pagate dall’acquirente finale.

ASSUNZIONE DEL RISCHIO DI CREDITO

Come anticipato, assume rilevanza il tema dell’assunzione del rischio di credito associato alla rateizzazione del pagamento.
Possiamo fare riferimento a due diverse categorie.

La prima è quella composta dalle aziende che in prima persona si fanno carico del rischio di credito. In questo caso viene praticata un valutazione di rischio attraverso dei software proprietari che in base a un sistema di scoring e a una serie di dati richiesti al cliente in fase di registrazione, calcolano il rischio collegato. Quest’ultimo può essere ulteriormente approfondito attraverso una verifica presso il credit bureau (un archivio dati che fornisce informazioni sulla storia creditizia di un soggetto che richiede un credito).

La seconda categoria è quella composta dalle aziende che non si assumono il rischio di credito. Questo resta a carico dell’istituto che ha emesso la carta di credito a garanzia del pagamento. In questo caso, per poter acquistare con la forma del BNPL, l’acquirente deve dimostrare di avere sulla carta un plafond di spesa sufficiente. L’importo, infatti, viene pre-autorizzato nella sua totalità (come quando si prenota una stanza d’albergo) e di volta in volta viene addebitata la cifra relativa all’importo della singola rata.

SICUREZZA E MARKETING: I VANTAGGI DEI VENDITORI OFFRENDO IL BUY NOW PAY LATER

Il venditore che decide di offrire il servizio “compra ora, paghi dopo”, ha di base due grandi vantaggi.

Il primo è quello relativo alla garanzia del pagamento. Affidandosi a questi servizi il venditore ha una commissione variabile gestita dal fornitore, ma allo stesso tempo ha la garanzia del pagamento totale e immediato del prodotto, senza preoccuparsi dell’eventuale insolvenza del cliente.

A questo si associa il tema, già anticipato, del marketing digitale: per un e-commerce poter offrire un servizio di questo tipo è un incentivo per aumentare le vendite (con le sicurezze già evidenziate in termini di incasso economico).

VELOCITA’ E SEMPLICITA’: I VANTAGGI PER I CLIENTI USANDO IL BUY NOW PAY LATER

Poter usufruire del Buy Now Pay Later ha sicuramente dei vantaggi anche per il cliente.

Il primo punto è relativo alla velocità con cui viene dilazionato il pagamento: in pochi click, infatti, si può richiedere l’attivazione del servizio e, in pochi secondi, si può avere risposta alla richiesta.
E’ comodo, inoltre, poter pagare a rate, con semplicità, anche prodotti dal prezzo non elevatissimo e pesare di meno sui conti del mese.
A questo si collega l’assenza di tassi di interesse e commissioni (al netto dei pagamenti regolari).
E’ decisamente più complicato e dispendioso doversi recare in banca, aprire una linea di credito, attendere l’ok e pagare anche il tasso d’interesse (spesso molto elevato).
Questa formula, infine, può aiutare in caso di emergenza per acquisti imprevisti.

E’ TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA? ATTENZIONE AI RISCHI, COME GLI ACQUISTI COMPULSIVI

Dal punto di vista dei venditori non sembrano esserci elementi negativi.

Spostando l’attenzione sul cliente finale, quello che acquista, le cose cambiano. E’ vero, viene offerto un nuovo metodo di pagamento, assai comodo e anche sicuro, ma il rischio di cadere nella tentazione di acquistare prodotti inutili è molto alto.

La tendenza è quella di comprare merce che non serve e finire nella trappola degli acquisti compulsivi.
Inoltre, sebbene spesso si usino questi metodi per delle cifre contenute, se non si tiene sotto controllo il budget complessivo aumentano le difficoltà nel gestire e monitorare le spese. Si accumulano debiti, spendendo più di quanto realmente è possibile spendere.

C’è, infine, una valutazione tecnica: è tanto facile procedere con il pagamento, ma più difficile ricevere il rimborso se il prodotto non arriva o è difettoso. In questo caso, infatti, occorre interfacciarsi sia con il venditore che con il servizio di pagamento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE