fbpx

Calcio. Ruspandini (FdI): a Firenze già nel ‘500 si giocava al calcio, altro che gli inglesi. La casa del calcio è l’Italia

Sport & Motori

“Gli inglesi sostengono che il calcio sta tornando a casa?

Forse dimenticano che a Firenze si giocava al calcio già nel ‘500”. Risponde così il senatore di Fratelli d’Italia, Massimo Ruspandini, allo slogan che da giorni impazza su tutti i media, “It’s coming home”, e che sta accompagnando l’attesa della finale del Campionato europeo, Inghilterra-Italia, che si giocherà questa sera.

“Per tutti gli italiani costretti a subire la litania esterofila dei nostri giornalisti che amplificano la grancassa del ‘It’s coming home’ di stampo anglosassone – continua il parlamentare di FdI – suggerisco la risposta della Fiorentina, che ringrazio, la quale ha ricordato che il calcio storico è stato inventato a Firenze nel 16° Secolo. ‘Home?’, cinguetta l’ACF Fiorentina che a sua volta pubblica pure un’antica stampa di piazza Santa Croce, dove già 500 anni fa si giocava a calcio”.

Insomma, precisa Ruspandini, “altro che ‘Football’s coming home’ (il calcio sta tornando a casa), il coro che i tifosi inglesi ripetono ormai da settimane e ripreso da tv, giornali e social, corre l’obbligo di ricordare che in Italia, nella impareggiabile Firenze, si giocava al calcio già nel 500”.

Dunque, conclude il senatore di FdI, “per tornare a casa la Coppa deve trovare posto nella nostra bacheca che, peraltro, come si sa, è di gran lunga più ricca di quella inglese”.

Redazione Corriere Nazionale


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE