fbpx

Ciro Polito è ufficialmente il nuovo DS. Da lui ci si aspetta autonomia decisionale e fermezza

Sport & Motori

Dunque è arrivata l’ufficialità. Dopo l’incidente stradale occorsogli, Ciro Polito ha firmato un contratto biennale che lo legherà al Bari per i prossimi due anni con un’opzione per il terzo. Nei prossimi giorni saranno completate le formalità burocratiche legate al tesseramento.

Ciro Polito, 42 anni, una carriera di oltre 20 anni come portiere di serie C, B e A (quest’ultima col Catania nel 2006) ha appeso i guantoni al chiodo nel 2019 a Castellammare di Stabia, e da lì ha iniziato i primi passi da direttore sportivo con le cui manovre è riuscito ad arrivare due volte ai playoff e a centrare una promozione in B, sempre con le vespe, nella stagione 2018-19. Lo scorso anno ha lavorato ad Ascoli Piceno dove ha realizzato una miracolosa salvezza avendo persino il coraggio di esonerare Delio Rossi, mica uno qualunque, e mandando via giocatori poco funzionali, arruolando Sottil e facendo arrivare altri giocatori utili all’intento.

Non sappiamo se Polito sarà l’uomo giusto per il Bari, non abbiamo bacchette magiche. Noi ci auguriamo di si perché lavorare in questo Bari, che ha bisogno di una rifondazione quasi totale, non sarà affatto facile. Senza dimenticare che il girone C sarà infestato da squadre terribili, solo meno di una manciata, sulla carta (e ripetiamo sulla carta), potranno considerarsi alla portata.

Le sensazioni sono senz’altro positive. Di lui ci ha colpito il carattere, la fermezza, la solidità oratoria che sicuramente si coniuga con il suo carattere che si prefigura come “duro” che non guarda in faccia a nessuno. Uno di quelli, per intenderci, che ci sarebbe voluto lo scorso anno. Gli tocca mantenere unito lo spogliatoio, alzare la voce quando, e se, sarà necessario e poi dovrà costruire una squadra assai competitiva con pochi soldi perché questa volta non crediamo che De Laurentiis metterà nel portafoglio molto denaro così come accaduto nelle precedenti stagioni. Il momento economico è quello che e tutte le squadre cercheranno di rientrare nelle spese investendo l’indispensabile, ed il Bari sicuramente non sarà l’eccezione.

Sarà curioso vederlo all’opera con il Napoli con la cui società sicuramente si slegherà pretendendo autonomia senza interferenze. Ed ora sotto con il nuovo allenatore, quindi la lista dei giocatori da prendere e da mandar via.

Attendiamo la consueta conferenza stampa che ci sarà molto presto.

Massimo Longo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE