fbpx

Classifica Censis Università 2021/2022, Università Europea di Roma cresce ancora: seconda in Italia, prima a Roma

Scuola, Formazione & Università

Secondo posto nella categoria “Piccoli Atenei non statali” con un punteggio di 91,2 e quarto posto tra tutte le università di ogni dimensione non statali 

ROMA – La Classifica Censis 2021/22 colloca UER seconda in classifica in tutta Italia tra le piccole Università non statali e quarta assoluta tra tutte le università di ogni dimensione non statali.

Un nuovo successo per l’Università Europea di Roma, inserito in un trend di crescita costante. La “Classifica Censis delle Università italiane 2021/2022″, appena pubblicata, rafforza infatti la posizione dell’ateneo con sede a Roma e conferma UER in seconda posizione nella classifica nazionale dei “Piccoli Atenei non statali”; prima università a Roma nella categoria. 

Inoltre, confrontando i punteggi assoluti, il 91,2 posiziona UER come 4° università non statale in Italia indipendentemente dalla dimensione (dietro a Bolzano, Bocconi e LUISS).   

È un risultato che vede consolidare la tendenza allo sviluppo costante dell’Ateneo, che già nell’edizione precedente si era posizionata al secondo posto grazie alla sua crescita annuale; con l’ultima edizione conferma la posizione di vetta, subito dopo l’Università di Bolzano.

Un ulteriore riconoscimento che arriva dopo il successo di partecipazione all’“Open Day” che lo scorso 15 luglio ha visto centinaia di potenziali nuovi immatricolati andare in visita presso l’Università Europea di Roma, che si evidenzia come l’Ateneo dalle performance più promettenti e con un sempre alto tasso di interesse suscitato. 

“Siamo orgogliosi del riconoscimento ottenuto con la Classifica Censis 2021 delle Università Italiane. Questo traguardo evidenzia il grande lavoro sinergico e l’impegno messo dal corpo docente e dalla struttura tecnico-amministrativa per realizzare un’offerta formativa, servizi allo studente e placement competitivi a tutto tondo. Oggi il sistema delle università si trova dinanzi a sfide inedite che provengono dallo sviluppo delle scienze, dall’evoluzione delle nuove tecnologie e dalle esigenze della società che sollecitano le istituzioni accademiche a fornire risposte adeguate e aggiornate nel mondo del lavoro.” Questa la dichiarazione del Magnifico Rettore Prof. Padre Pedro Barrajòn, L.C. 

In particolare, l’Università Europea di Roma compie passi avanti, da 99 a 107 punti, per “Comunicazione e servizi digitali” (2° posto assoluto tra gli atenei non statali, dietro LUISS, e 5° posto assoluto tra tutti gli atenei statali e non statali in Italia). Mantiene inoltre il massimo assoluto conseguibile alla voce “Strutture”: 110 su 110.

In merito ai Corsi di Studi, le principali variazioni avvenute nella classifica di quest’anno riguardano Giurisprudenza: il punteggio cresce a 85. A Roma UER è posizionata 3° dopo LUISS e Lumsa.   La laurea triennale in Economia, 86,5 punti, conferma il 7°posto nazionale, mentre a Roma la UER è seconda solo alla Luiss. La magistrale in Economia vede crescere il punteggio fino a 82,5. La posizione nazionale passa al 5° posto rispetto al 7° dello scorso anno. A Roma siamo posizionati 3° dopo LUISS e UNINT (UER era 4°).  Per quanto riguarda Psicologia triennale, il punteggio è 96, a un solo punto dalla Cattolica. La posizione nazionale passa al 2° posto rispetto al 1° dello scorso anno ma si conferma la 1° posizione a Roma.  Psicologia magistrale cresce al 80,5, raggiungendo la 2° posizione nazionale e confermando la 1° a Roma. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE