fbpx

Colombia: Gustavo Petro ha giurato come presidente

Mondo

Written by:

Si è insediato in Colombia il primo presidente di sinistra nella storia del paese, Gustavo Petro.

Circa 100.000 persone erano presenti alla cerimonia, tra cui il re spagnolo Felipe VI. Tra essi anche nove presidenti latinoamericani che hanno assistito al suo giuramento come capo di stato.

Petro, 62 anni, ex membro del gruppo di guerriglia M-19 della Colombia, ex senatore e sindaco di Bogotà, così ha dichiarato durante il discorso di insediamento: “Non voglio due paesi, così come non voglio due società. Voglio una Colombia forte, giusta e unita. Le sfide e le prove che abbiamo come nazione richiedono un periodo di unità e consenso di base”. Ha ripetuto molte delle promesse fatte in campagna elettorale come la riforma agraria, l’interruzione dell’esportazione di petrolio e gas, un finanziamento per l’accesso universale all’assistenza sanitaria e all’istruzione superiore.

Il neo presidente ha affermato che il suo primo obiettivo sarà introdurre misure per combattere la fame in Colombia, dove quasi la metà dei 50 milioni di abitanti lotta contro la povertà.

Quello che tutti si aspettano è anche l’approvazione della riforma fiscale tanto attesa dalle piccole imprese e dai lavoratori

Lunedì il nuovo ministro delle finanze, Jose Antonio Ocampo, proporrà al Congresso una riforma fiscale da 5,6 miliardi di dollari (5,5 miliardi di euro) che vedrebbe gli alti redditi tassati di più per finanziare i programmi sociali.

In qualità di presidente, Petro ha affermato che intende aumentare gli investimenti nelle aree rurali, inclusa la costruzione di infrastrutture che consentirebbero agli agricoltori di abbandonare la coltivazione delle foglie di coca, che alimentano il dilagante traffico di droga nel paese.

“È tempo per una nuova convenzione internazionale che accetti che la guerra alla droga è fallita”, ha detto il nuovo presidente nel suo discorso di inaugurazione. “La guerra alla droga ha rafforzato le mafie e indebolito gli Stati”.

Anche il nuovo vicepresidente, Francia Marquez, ha prestato giuramento durante la stessa cerimonia. Attivista ambientale ed ex governante, Francia Marquez rappresenta un cambiamento per il Paese in quanto prima donna afrocolombiana a ricoprire l’ incarico di vicepresidente. Nata in povertà nel sud-ovest del paese tormentato dalla violenza, ha vinto il prestigioso Goldman Prize nel 2018.

Gustavo Petro ha anche promesso di riavviare i negoziati di pace con i ribelli dell’Esercito di liberazione nazionale (ELN) bloccati durante l’amministrazione di Iván Duque.

Si è inoltre impegnato a combattere la corruzione nella vita militare e pubblica manifestando anche la volontà di negoziare con l’Esercito di liberazione nazionale (ELN), un altro gruppo di guerriglia di sinistra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube