fbpx

Con i monopattini sulle strade extaurbane: ora è possibile

Attualità & Cronaca

Con l’entrata in vigore del decreto Infrastrutture, come le bici anche i monopattini potranno viaggiare sulle strade extraurbane secondarie.

Non solo in città e all’interno dei centri abiti, con l’entrata in vigore della legge di conversione del cosiddetto Decreto Infrastrutture con i monopattini si potrà viaggiare anche sulle strade extraurbane secondarie. Proprio come le biciclette. Come riportato dall’emendamento, la circolazione dei monopattini sarà infatti consentita “dovunque sia consentita la circolazione dei velocipedi”. Una norma che è stata fatta notare dall’ufficio studi dell’Asaps, l’Associazione degli amici e dei sostenitori della polizia stradale, ma che lascia parecchi dubbi. “Dubbi che vorremmo fossero subito superati da una interpretazione autentica, da una circolare” hanno spiegato dall’Asaps.

Strade extraurbane secondarie: quali sono e limiti di velocità

I dubbi sorgono dal fatto che le strade extraurbane secondarie, come le cosiddette statali o le provinciali per esempio, permettono alle auto di viaggiare a velocità che raggiungono anche i 90 km/h ma soprattutto sono anche percorse da camionveicoli agricoli e qualsiasi altro mezzo pesante.

 
Monopattino
Monopattino
 

I monopattini, come detto in precedenza, nel nuovo Decreto Infrastrutture sono però equiparati alle biciclette e quindi possono viaggiare nelle stesse strade in cui viaggiano per l’appunto anche le bici.

Monopattini: dove possono viaggiare

Fino a questo momento ai monopattini era consentito viaggiare solamente “su strade urbane con limite di velocità di 50 km/h, nelle aree pedonali, su percorsi pedonali e ciclabili, su corsie ciclabili, su strade a priorità ciclabile, su piste ciclabili in sede propria e su corsia riservata”. Al di fuori delle strade urbane potevano circolare solamente sulle piste ciclabili.

Se non ci dovessero essere future modifiche al testo, quindi, gli automobilisti dovranno abituarsi anche a vedere alcuni monopattini elettrici sulle strade extraurbane secondarie. Per chi invece questi mezzi li guida, la raccomandazione è ovviamente quella di prestazione la massima attenzione su queste strade. agi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE