fbpx

Concorso per 65 posti alla Camera dei deputati: per iscriversi è necessario lo SPID

Attualità & Cronaca

Pubblicato da:

alle ore: 07:43

Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – 4ª serie speciale, concorsi ed esami n. 51 del 28 giugno 2022 è indetto Concorso  pubblico,   per   esami,   a   sessantacinque   posti   di  Documentarista della Camera dei deputati, con indirizzo giuridico e  con indirizzo economico.
Ente che ha bandito il concorso: Camera dei Deputati
Scadenza di presentazione della domanda: 28 luglio 2022
Link al bandohttps://www.gazzettaufficiale.it/atto/concorsi/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2022-06-28&atto.codiceRedazionale=22E08583I posti a concorso sono così ripartiti:

  • 50 posti per  i candidati che sostengono le prove per l’indirizzo giuridico,
  • 15 posti per i candidati che sostengono le prove per l’indirizzo economico.

La domanda di partecipazione al concorso deve essere inviata per via telematica, entro le ore 18:00 del 28 luglio,  esclusivamente  attraverso l’applicazione    disponibile    all’indirizzo    concorsi.camera.it, raggiungibile anche dal sito istituzionale della Camera dei  deputati camera.it.
Per accedere all’applicazione i candidati devono essere in possesso  di  un’identità  nell’ambito  del  Sistema   pubblico   di identità digitale (SPID).

Gli esami consistono, per entrambi gli indirizzi, in:

  • una prova selettiva
  • tre prove scritte
  • una prova orale.

La prova selettiva consiste in 60 quesiti, a risposta multipla e a  correzione  informatizzata  concernenti:

  • il testo della Costituzione della Repubblica italiana
  • il testo del Regolamento della Camera dei deputati.

Le prove scritte per l’indirizzo giuridico sono:
a) la prima prova consiste nella risposta  a  due  quesiti,  di cui: un quesito concernente la storia d’Italia dal 1848 ad oggi e  un quesito concernente il diritto privato o il diritto amministrativo, a scelta del candidato;
b) la seconda prova a carattere teorico-pratico, consiste nella redazione di un appunto o di una sintesi su una questione concernente il diritto costituzionale;
c) la terza prova consiste nella redazione di una sintesi nella lingua inglese, senza l’ausilio del vocabolario, di un testo  redatto nella medesima lingua, riguardante argomenti di carattere  giuridico.
Le prove scritte per l’indirizzo economico sono:
a) la prima prova consiste nella risposta  a  due  quesiti,  di cui:  un  quesito  concernente  l’economia  politica  e un quesito concernente il diritto costituzionale;
b) la seconda prova a carattere teorico-pratico, consiste nella redazione di un appunto o di una sintesi su una questione concernente la politica economica;
c) la terza prova consiste nella redazione di una sintesi nella lingua inglese, senza l’ausilio del vocabolario, di un testo  redatto nella medesima lingua, riguardante argomenti di carattere economico.

La prova orale consiste, per entrambi  gli  indirizzi,  in  un colloquio teso a completare, per ciascun  indirizzo,  la  valutazione della preparazione e dell’aggiornamento culturale del candidato nelle materie di cui all’allegato A, Parte III.

La prova  orale  in  lingua inglese consiste nella lettura e nella traduzione di un  breve  testo scritto in lingua, che costituisce la base per il colloquio.

A cura di Wolters Kluwer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube