fbpx

Corona virus 19: che fare (25)

Ambiente & Salute

QUALCHE RISPOSTA DALLA CONFERENZA COSMOS AND BIOSPHERE  IN CRIMEA ?
 

La domanda CHE FARE resta buona anche al  25° articolo della serie (che sarà a breve raccolta  per una panoramica sul CHE FARE,  in questo anno che dire difficile  è poco, per tutti e non solo per il Ministro Speranza). 

In Italia, nelle Regioni  in Europa e nel Mondo intero il viaggio con il COVID 19 è stato un lungo viaggio sulle montagne russe, che si vorrebbe tanto interrompere con la vaccinazione di massa, che anch’essa è diventata un’altra parte della tragica  giostra, con giovani vittime che hanno colpito l’immaginario collettivo https://www.adnkronos.com/vaccino-e-trombosi-johnson-e-johnson-come-astrazeneca_5Vvh106ieoLbSXZt9uO4Y0  ,  anche di parte del personale sanitario che non è mai stato entusiasta più di tanto delle strategie terapeutiche vaccinali, a cominciare dal quarto vaccino obbligatorio dell’Epatite B, che passò grazie ad una tangente di 600 milioni di lire  al duo Poggiolini De Lorenzo, su cui  qualche approfondimento  in più non sarebbe stato male 

Anche la campagna di Guerra  sui vaccini obbligatori per l’infanzia contro morbillo e altri virus e batteri  qualche perplessità aveva sollevato a partire dai 470 nel 2013 -14  morti per morbillo a Londra inventati e sparati in prima serata dalla Ministra della Salute  https://www.youtube.com/watch?v=DLm5HIdO-U0 .

Lo stesso ruolo di Guerra  nella vicenda COVID-19  non è chiaro né rassicurante, a partire dal suo ruolo nell’OMS dove  sulle principali reti viene presentato come direttore vicario,  aggiunto ecc dell’OMS  quando ha un’ottima posizione di Assistente aggiunto del Direttore. Una buona notizia tra le altre è il cambio nel CTS di Palazzo Chigi di molti componenti tra cui il Ranieri Guerra famoso per il suo Piano Pandemico del 2006, copiato  per non perdere tempo, quando era impegnatissimo nella campagna per i vaccini obbligatori dal CdA della Fondazione GSK oltre che dal posto di direttore del Dipartimento Prevenzione del MInistero Salute,  impegnatissimo a costruire le campagne di pubblicità e Progresso tra cui quella sui morti di Londra per morbillo https://www.youtube.com/watch?v=DLm5HIdO-U0 .

 
Ora che dopo anni di al lupo al lupo, il lupo è arrivato davvero sotto forma di COVID 19 E VARIANTI, ci siamo trovati spiazzati, senza UN VERO PIANO PANDEMICO, senza molti posti in rianimazione, e con politiche discutibili e discusse, che stanno sfiancando il tessuto sociale e morale del Paese e non solo del nostro. 

Italiani che reggono male l’urto di prolungate chiusure dell’attività produttive non solo sul piano economico, ma anche mentale, in una sorta di arresti domiciliari di massa da cui, quando qualcuno “evade”, viene colpito duramente come con il signore toscano  messosi nei guai per essere andato a fare la spesa al supermercato e a prendere la ora d’aria minacciando la salute pubblica con il suo essere positivo al covid  

Il Governo, pare, anche  raccogliendo il grido di rabbia dolore e sconfitta degli italiani scesi in piazza in questi giorni, ha deciso per le riaperture da fine aprile, anche tenendo conto del Grande Balzo in avanti dell’economia cinese del primo trimestre (come avranno fatto a spezzare le reni al COVID 19 non è facile da capire), o come hanno fatto a Stoccolma con la popolazione che ha subito pesanti perdite, senza perdere le libertà economiche e di vita ridotte di poco. Sarebbe da meditare  come anche a Mosca le cose vadano bene raccontato da Report lunedì scorso non solo grazie allo Sputnik 5.

Non sarebbe male se il Governo ascoltasse il sussurro dei medici e degli operatori sanitari che da oltre un anno combattono in prima linea  la Pandemia e che ben sanno dei rischi del COVID 19, pagati sulla propria pelle con centinaia di morti e in genere già ben contattati dal virus, a cui hanno dato risposte umorali e cellulari che forse andrebbero studiate meglio,  non come propone l’OMS e di rimando il MInistero, che sconsiglia i test  prevaccinali sugli anticorpi per non dire quelli cellulari che forse andrebbero potenziati e sviluppati oltre la ricerca di laboratorio.

 Un gruppetto ha manifestato a Piazza del Popolo ma quindicimila resistono in Toscana e altrettanti in altre regioni,  

 forse meriterebbero più rispetto e più studi prevaccinali anche tenendo conto delle limitatezze delle dosi da fare i fragili e anziani. ed anche delle ondivaghe politiche vaccinali dei Governi europei danese in testa,  alcuni dei quali hanno messo una pietra sopra ad alcuni vaccini che purtroppo qualche dubbio lo hanno sollevato sulla loro sicurezza anche buon ultimo quello di J&J  su cui indaga la FDA  https://youmedia.fanpage.it/gallery/aa/60731271e4b02571ad829935?photo=60731273e4b02571ad82993b&ref=wha
Alcune considerazioni pacate in diritto vengono da un avvocato  https://www.altalex.com/documents/news/2021/04/08/covid-19-riflessioni-sulla-vaccinazione-obbligatoria che meriterebbero attenzione dal Ministro della Giustizia, oltre le astuzie che trattandosi di vita e di morte, poco si addicono  al tema che richiede rigore scientifico e rigore giuridico. 
 
 Trattandosi di difendere i malati da possibili contagi, è utile solo ricordare che anche per questi vaccini vale il dato consolidato che, essere vaccinati non significa sempre e comunque che non si può essere di nuovo positivi  e/o contagiosi, dato acclarato oltre ragionevole dubbio purtroppo per alcuni ben vaccinati per il COVID 19.
 
Minacciare di mettere in mezzo ad una strada dei valenti operatori sanitari che mediamente sono già stati a contatto con il virus in famiglia e sul lavoro e quindi immunizzati,  per legittimi dubbi e paure a vaccinarsi con un nuovo vaccino di cui scopriamo cose non sempre rassicuranti ogni giorno, è una scelta su cui forse è il caso di meditare meglio https://www.repubblica.it/esteri/2021/04/14/news/coronavirus_nel_mondo-296362439/ .

Come forse è il caso di lavorare di più su  come potenziare il sistema immunitario dei meno giovani, magari mandandoli al mare o in montagna nei vecchi centri di climatoterapia o nelle seconde case chi può ( i giovani di solito hanno pochi problemi oltre alla paura e agli attacchi di panico che li colpiscono che li rendono vulnerabili al CORONA VIRUS E ALLE SUE VARIANTI)  http://www.uniglobus.it/ .

Anche di questo e molto altro si parlerà in Crimea a Cosmos and Biosphere a fine maggio. 
La data per proporre lavori e’ stata portata a fine mese come potete leggere a seguire nella nota di aggiornamento sulla conferenza 
 
Vincenzo Valenzi 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE