fbpx

Covid. Quarta ondata, l’allarme di Oms e Ema

Ambiente & Salute

“Siamo gia’ nella quarta ondata della pandemia”. Lo ha detto Marco Cavaleri, responsabile vaccini dell’Ema. Secondo l’agenzia “la situazione epidemiologica in Europa e’ molto preoccupante” ed “e’ di assoluta importanza che tutti si vaccinino, perche’ nessuno e’ protetto fino a quando tutti saranno protetti”. Anche l’Oms in allarme per la crescita dei contagi in Europa: da qui a febbraio si potrebbe registrare un altro mezzo milione di morti nel continente, che e’ di nuovo “all’epicentro della pandemia”. In Germania nuovo record di casi, sono 33.949, il valore piu’ alto di dicembre, ma le ospedalizzazioni sono lontane dal picco. 

Anche in Italia in crescita i nuovi casi di Covid (+16,6%) nonche’ i ricoveri (+14,9%), secondo il monitoraggio Gimbe. Nella mappa del Ecdc europeo 5 Regioni tornano in giallo (Liguria, Provincia di Trento, Umbria, Abruzzo e Puglia) e solo 6 restano in verde (Val d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Sardegna, Molise e Basilicata). Oggi in Fvg registrati il triplo di nuovi casi rispetto a ieri. Cala il numero dei nuovi vaccinati: sono circa 20mila al giorno. Negli over 60 si rileva una “riduzione dell’efficacia del vaccino sulla malattia grave”, e’ necessario dunque accelerare le terze dosi. Locatelli crede “ragionevole” che entro Natale parta la campagna vaccinale per la fascia 5-11 anni. Il presidente Mattarella, ha ricevuto la terza dose 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE