fbpx

Crisi migranti: Lamorgese all’Ue, “serve cambio di passo”

Politica

La ministra dell’Interno ha sollecitato il commissario europeo Affari interni, Ylva Johansson chiedendo un Consiglio straordinario sul tema delle politiche migratorie e l’attivazione di approdi sicuri per le navi delle Ong.

Poi la visita a sorpresa in Libia, per incontrare il primo ministro Abdulhamid Dabaiba e il ministro dell’Interno Khaled Mazen. Il presidente del Consiglio ha chiamato Kais Said per fare il punto sulla stabilita’ del Paese. 

Si fa sempre piu’ concreta l’eventualita’ di una riunione ministeriale Ue straordinaria ad agosto, per discutere dell’emergenza migranti in Lituania e dei flussi nel Mediterraneo centrale, verso l’Italia, secondo quanto riferiscono fonti europee. La data non e’ stata ancora fissata, ma le probabilita’ della convocazione dell’incontro sono alte.

A parlare della necessita’ di una riunione a meta’ agosto e’ stato il governo di Vilnius, mentre il ministro degli Esteri lituano, Gabrielius Landsbergis, in un’intervista al Playbook di Politico ha sollecitato l’Ue a “rafforzare” la sua risposta agli arrivi dalla Bielorussia. E anche la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha discusso dell’eventualita’ in un colloquio con la commissaria europea, Ylva Johansson, invitando l’Unione ad un cambio di marcia. Un maggiore sostegno da parte di Frontex, un meccanismo per i ricollocamenti, e una riunione ministeriale straordinaria sono stati i temi al centro del colloquio tra la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese e la commissaria europea, Ylva Johansson.

Lamorgese e Johansson hanno parlato di un maggiore sostegno di Frontex per garantire la gestione delle frontiere nel Mediterraneo centrale, ma anche della solidarieta’ europea sotto forma di ricollocamenti volontari per gli arrivi dei migranti irregolari quest’estate (in attesa di un accordo su tutti gli elementi in sospeso del nuovo patto per la migrazione e l’asilo).

Inoltre si e’ discusso della possibilita’ di una riunione ministeriale straordinaria quest’estate sulla situazione al confine con la Bielorussia e quella nel Mediterraneo centrale. La commissaria Ue continuera’ a sostenere pienamente l’Italia in queste sfide ed ha convenuto con Lamoregese di visitare insieme la Tunisia non appena sara’ insediato un nuovo governo. 

Il ministro dell’Interno italiano, Luciana Lamorgese, e’ stata ricevuta nella capitale della Libia, Tripoli, dal premier del governo di unita’ nazionale, Abdulhamid Dabaiba, e dall’omologo Khaled Mazen.

La missione del ministro Lamorgese avviene dopo quella del ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, avvenuta lo scorso 2 agosto con tappe a Tripoli, Bengasi e Tobruk.

Il ministro Lamorgese aveva incontrato lo scorso 31 maggio a Roma l’omologo Mazen, durante la missione a Roma della delegazione del governo di unita’ nazionale della Libia guidata da Dabaiba.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE