fbpx

Cristiano Malgioglio, il dolore per la nipote morta a 35 anni

Cinema, Musica & Spettacolo

By Alessandra D’Ancona

Passano gli anni ma per Cristiano Malgioglio, grande artista italiano, il dolore per la scomparsa della nipote non sembra attenuarsi

 

Sono passati quasi quattro anni da quando Cristiano Malgioglio, ospite di Silvia Toffanin al talk show Verissimo, nel 2017 ha raccontato dei lutti che ha vissuto nella sua vita. Oltre al ricordo della madre, Malgioglio ha raccontato anche l’incidente autostradale in cui era stata coinvolta sua nipote e in cui ha perso la vita. La ragazza aveva solamente 35 anni ed è stato un colpo tremendo per il cantante.

Durante lo show di Canale 5 aveva rivelato: “Mia nipote era bellissima ed è morta a 35 anni in un incidente automobilistico proprio mentre tornava a casa dal mare. Io ero a Cuba. Mia sorella è diventata quasi pazza dopo la scomparsa della figlia: vederla sempre triste è molto dura“.

cristiano malgioglio verissimo

Cristiano Malgioglio, sempre durante l’intervista a Verissimo, ha continuato con parole che esprimono tutto il dolore per le perdite subite nel corso della sua vita. “Sopportare la morte di un figlio è impossibile. Prima ho perso mio fratello. L’altra mia sorella Francesca, invece, era sempre la prima a farmi gli auguri di compleanno. Lei era molto malata, volevo trascorrere il compleanno con lei a Napoli ed è morta proprio quel giorno. Quando viene a mancare qualcuno della famiglia è sempre difficile“.

Cristiano Malgioglio è sempre stato un animo profondo, capace di scrivere capolavori quali SentimentoLibera senza complessi, Caro amore mio o anche Amante amore. Questi sono solo alcuni dei tantissimi brani scritti non solo per sé stesso ma anche per altri cantanti italiani che, da quasi 50 anni, si affidano a lui e alla sua sensibilità per raccontare di sentimenti ed emozioni enormi. Cristiano Malgioglio, per quanto a una prima impressione possa sembrare una persona flamboyant e superficiale, è ben tutt’altro e lo ha dimostrato più volte.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE