fbpx

Doppio compleanno: musica e arte a palazzo Ferrajoli

Arte, Cultura & Società

Erano presenti l’attore Cesare Bocci con la moglie Daniela Spada, il Presidente del Conservatorio il professor Antonino Marcellino, già Sovrintendente dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, il Professor Luca Aversano, Presidente della Fondazione Roma Tre Teatro Palladium,  il giornalista di RAI News 24 Federico Zatti, lo scrittore Riccardo Garbetta, la pianista Gilda Buttà, celebre interprete che Ennio Morricone ha voluto per le sue musiche per lo schermo, il Direttore amministrativo del Conservatorio Santa Cecilia Alessandra Sergi e il prof. Agostino Ziino, già Professore ordinario di storia della musica presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Padova e Presidente della Società Italiana di Musicologia. Proprio quest’ultimo e il Direttore Maestro Roberto Giuliani hanno ricordato che le sale del Palazzo hanno ospitato il prezioso fondo di più di 2000 libretti d’opera che la famiglia Ferrajoli ha collezionato con amore per decenni: “…vogliamo sottolineare l’importanza storica e artistica della sede ospitante, Palazzo Ferrajoli, denso di testimonianze, anche del passato politico e culturale della città, nome famoso tra i musicologi per avere la famiglia donato un importante fondo di manoscritti e di libretti operistici alla Biblioteca Vaticana. In un luogo simile, è naturale celebrare l’incontro tra arti, come stasera tra musica e pittura, uno degli obiettivi principali, ha ancora sottolineato il direttore, che si è posto sin dall’inizio del suo mandato alla guida del Conservatorio “Santa Cecilia”, ora finalmente approdo naturale delle collaborazioni con le altre Istituzioni romane dell’Alta Formazione Artistica e Musicale, come la danza, le belle arti, il teatro, il cinema, in un rinnovato contesto attento anche ai nuovi linguaggi, alla ricerca artistica e alla produzione, che vede ora finalmente anche il varo dell’Orchestra sinfonica del Conservatorio “Santa Cecilia”.

Nel corso della serata è stato proprio il quartetto del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, (violini Francesca Vanoncini e Benedetto Oliva, viola Issaca Colandrea, violoncello Giulia Deda, tra migliori studenti delle classi di archi), ha incantato i presenti con le note di Mozart, Gardel, Piazzolla e, naturalmente, non è mancata una frizzante versione, composta per l’occasione, del tradizionale Tanti auguri a te, variato di volta in volta a mo’ di valzer, rumba e tango. 

 

“L’unicità della serata…” racconta Michelangelo Galeati, che è anche professore dei giovani componenti del Quartetto, “…che l’ha resa così viva, è stata per me la possibilità di unire gli aspetti della vita professionale, le relazioni autentiche e gli affetti più cari. 60 anni…?  Mi sento ancora in divenire e so di poter ancora crescere come persona e nella professione.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE