fbpx

È stato trovato un accordo per salvare i lavoratori dei call center di Ita Airways

Economia & Finanza

Pubblicato da:

alle ore: 04:21

L’accordo prevede: internalizzazione con contratto a tempo indeterminato di 200 risorse ex Covisian dedicate alla commessa Ita Airways, che si affiancano ai colleghi già presenti nella sede di Fiumicino, in modalità smart working a Palermo e Rende.

di Andrea Managò

© GUILLERMO LEGARIA / AFP  –  Un call center

AGI – È stato trovato un accordo per i call center Ita Airways di Palermo e Rende. Al tavolo indetto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in sinergia con il Ministero dello Sviluppo Economico è stata raggiunta un’intesa che salvaguarda le “elevate competenze degli addetti, un patrimonio che viene valorizzato”.

L’accordo prevede: internalizzazione con contratto a tempo indeterminato di 200 risorse ex Covisian dedicate alla commessa Ita Airways, che si affiancano ai colleghi già presenti nella sede di Fiumicino, in modalità smart working a Palermo e Rende.

Altro punto dell’intesa: 100 assunzioni a partire dalle prossime settimane e, in anticipo rispetto alle previsioni iniziali del tavolo di contrattazione, di altre 100 entro dicembre 2022 in linea con le previsioni di crescita della Compagnia – utilizzo di strumenti sociali innovativi presenti nell’ultima legge di bilancio in accordo con i Ministeri competenti.

Ita Airways sottolinea il “prezioso lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali insieme al Ministero dello Sviluppo Economico, che hanno permesso la realizzazione di un tavolo di concertazione contraddistinto da un approccio costruttivo di tutte le parti coinvolte a partire dalle sigle sindacali”.

“Una buona notizia per le lavoratrici e i lavoratori. Un risultato non scontato per il quale esprimo grande soddisfazione. Ringrazio tutti i soggetti coinvolti a partire dal mio staff, le parti sociali, le imprese e il Mise che ha lavorato per mettere in campo una risposta che ha consentito di salvaguardare i livelli occupazionali.

Avevamo detto che avremmo gestito il tavolo senza clamore e senza propaganda, con l’unico obiettivo di non lasciare i lavoratori a casa e abbiamo raggiunto questo risultato” afferma il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, dopo la conclusione della vertenza

L’accordo raggiunto oggi tra le aziende coinvolte, Almaviva, Covisian, Ita e le organizzazioni sindacali, specifica il ministero del Lavoro, consente di salvaguardare l’intero perimetro occupazionale dei siti di Palermo e Rende. I 520 lavoratori interessati dalla vertenza verranno interamente riassorbiti da Covisian e Ita Spa Airways entro il 31 dicembre 2022 in linea con quanto previsto dall’accordo dello scorso 21 ottobre.

In particolare, Ita si è impegnata ad assumere a tempo indeterminato 200 lavoratori del bacino di Palermo e Rende, mentre gli altri verranno progressivamente riassorbiti da Covisian.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube