fbpx

Elon Musk proclama la sospensione dell’acquisizione di Twitter in attesa di dati sulla percentuale di account falsi

Economia & Finanza

Pubblicato da:

alle ore: 20:09

Il social network e il miliardario avevano raggiunto un accordo il 25 aprile. L’annuncio di Elon Musk ha fatto precipitare le azioni del gruppo di circa il 20% nel commercio elettronico prima dell’apertura di Wall Street. Igor Belansky dedica un suo ritratto al magnate.

Il CEO di Tesla e l’uomo più ricco del mondo, Elon Musk, ha annunciato oggi di sospendere l’acquisizione di Twitter in attesa di dettagli sulla proporzione di account falsi sul social network. Il titolo del gruppo, quotato alla Borsa di New York, è precipitato immediatamente di circa il 20% nel commercio elettronico in vista dell’apertura di Wall Street. A mezzogiorno, il titolo era scambiato a poco più di $ 36, ben al di sotto del prezzo di acquisto di $ 54,20 per azione offerto dal miliardario.

Musk ha dato il suo annuncio sulla piattaforma, inoltre ha affermato che il suo piano per rilevare il social network comporta un’importante operazione per combattere gli account falsi e lo spam. La cifra del 5% di account falsi è quella dichiarata ufficialmente da Twitter a maggio, ma ci sono vari criteri per identificarli e diversi modi per definire la legittimità di un account.

Il social network ha confermato il 25 aprile di aver accettato l’offerta pubblica di acquisto del miliardario. Quest’ultimo aveva avanzato una offerta di acquisizione il 14 aprile, dichiarandosi  pronto a pagare 54,2 dollari (52,10 euro) per azione. Si trattava di un premio, ovvero un bonus, del 54% rispetto al prezzo di apertura del titolo del 28 gennaio, data in cui Musk ha iniziato a investire su Twitter. In totale, Musk ha messo sul tavolo 43 miliardi di euro e afferma di essere stato in grado di costruire il piano di finanziamento corrispondente.

Il giorno dopo, Twitter ha annunciato che stava mettendo in atto una clausola, soprannominata “pillola velenosa”, che avrebbe dovuto impedire a Elon Musk di riacquistare facilmente le sue azioni. Diversi azionisti, incluso il fondo guidato dal principe saudita Al-Walid Bin Talal Al Saud, uno dei maggiori azionisti di Twitter, hanno reputato l’offerta di Musk troppo debole.

Da diversi giorni la possibilità di un’acquisizione sembrava allontanarsi: Musk, incline a cambi di strategia e provocazioni improvvise, aveva anche rinunciato, a metà aprile, a far parte del consiglio di amministrazione della società. , di cui era diventato il principale azionista. Allo stesso tempo, aveva moltiplicato le critiche contro l’azienda… su Twitter, dove è uno dei personaggi più seguiti, con oltre 90 milioni di iscritti. Il suo programma di acquisizione ha avuto conseguenze significative anche per la sua società di punta, Tesla, le cui azioni sono crollate dopo l’annuncio della futura acquisizione di Twitter. Gli investitori trovano molto controproducente per  dividere il suo tempo tra diverse società. Questo calo del prezzo ha anche indebolito il progetto di acquisizione di Twitter, parte dei prestiti richiesti da Musk sono stati impegnati sulle azioni Tesla: il calo del loro valore ha aumentato meccanicamente il costo di questi prestiti.

Musk aveva promesso di liberare Twitter dallo spam, autenticare gli utenti e aumentare la trasparenza, senza specificare come intendeva implementare questo progetto.  Musk ha anche affermato di voler rendere il social un bastione della libertà di parola e si è dichiarato disponibile a reintegrare l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, il cui account era stato congelato definitivamente dopo l’attacco al Campidoglio nel gennaio 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube